Cerca nel sito
Botswana Serowe location film A United Kingdom Londra Africa

In Botswana per scoprire l'amore che ha cambiato la Storia

L'erede al trono e la sua moglie londinese sono al centro di A United Kingdom, girato ampiamente nelle meravigliose location africane

Videa
Il cinema ci ha sempre mostrato punti di vista e aspetti diversi dell'Africa, come è normale che sia essendo tanto vasto il continente a Sud dell'Italia. Ma tra storie romantiche, avventure o drammi sono spesso i racconti dei suoi protagonisti e delle vicende politiche di alcune delle nazioni che la compongono ad attrarre di più. Proprio una di queste, oggi, ci permette di tornare indietro di settant'anni e insieme di vedere - occasione purtroppo rara, almeno nella pratica produttiva moderna - sul grande schermo le magnifiche scenografie naturali del Botswana, teatro degli eventi realmente accaduti e descritti da A United Kingdom: L'amore che ha cambiato la storia di Amma Asante, con David Oyelowo (Selma) e Rosamund Pike (Gone Girl).

Nel 1947, Seretse Khama, erede al trono del Botswana, incontra in un bar Ruth Williams, impiegata bianca dei Lloyd's di Londra… ed è amore a prima vista. Un amore travolgente e passionale che li spinge rapidamente verso le nozze. Ma la loro unione interrazziale incontra l’opposizione delle loro famiglie e dei governi britannico e soprattutto sudafricano, in quel periodo appena passato all’apartheid e intollerante verso la possibilità che il futuro re del Botswana, stato confinante, potesse sposare una donna bianca. Anche il governo inglese si oppone con forza a questa unione, in seguito alle minacce del Sudafrica di negargli l’accesso alle proprie risorse di uranio e di oro e di invadere il Botswana. Seretse viene dunque costretto all’esilio dalla sua terra e alla separazione dalla sua amata Ruth, incinta e rimasta sola in un ostile Botswana. Ma nonostante tutto, il legame tra Seretse e Ruth non vacilla e diventa la base di una battaglia combattuta in nome dell’amore, dell’uguaglianza e dell’indipendenza.

Il produttore Rick McCallum aveva già prodotto un film sui piloti afro-americani nella Seconda Guerra Mondiale, Red Tails, con lo stesso Oyelowo, da lui coinvolto in questa avventura, come ricorda: "Ho girato tutta l'Africa, ma non avevo mai sentito parlare di questa straordinaria parte della storia del Botswana. Ne sono rimasto incantato ed ero entusiasta che David mi avesse presentato il libro e mi proponesse di far parte del progetto. Eravamo tutti d’accordo che era assolutamente essenziale girare il film in Botswana, infatti, nonostante le pressioni che ricevevamo per girare in Sudafrica (a causa delle agevolazioni fiscali), ritenevamo che il film dovesse essere girato nel posto dove i fatti erano realmente accaduti".

E girare nella Nazione che nel 1994 fece scrivere a Nelson Mandela, dalla sua cella di Robben Island, "Abbiamo così tanto da imparare da voi" è stato fondamentale… sebbene le riprese siano state dure a causa del clima. Per evitare la stagione delle piogge le riprese sono avvenute in ottobre con un caldo insopportabile. "Stare per settimane al caldo del Botswana, - ricorda la Pike, - ti fa uscire di testa. Inoltre è un Paese colpito dalla siccità e il nostro hotel è stato a corto di acqua per quattro giorni di fila, non pioveva da due anni di fila". "Quando si arriva lì per la prima volta - aggiunge l'attrice, - è una sorta di shock: un cielo sconfinato, nessuna collina, solo vaste pianure di terra rossa. Ma al momento di ripartire avevo compreso la bellezza di quel luogo, bellezza che inizialmente non avevo percepito".

"Abbiamo girato le scene nella vera casa di Serowe in cui inizialmente aveva vissuto Ruth, - svela ancora la Pike. - La produzione l’ha restaurata sulla base delle foto della famosa fotografa della rivista Life Margaret Bourke-White”. Ma a parte Serowe, il più grande villaggio del Botswana moderno e capitale della tribù Bamangwato, le riprese si sono svolte anche nella vicina Palapye, snodo di molti percorsi diretti verso il Sudafrica, al pari di Moralane, location importante quanto quella di Mahalapye, al limitare del Deserto del Kalahari, e del Makgadikgadi Pan, del quale abbiamo già parlato altrove.

Luoghi ricchi di magia e di una bellezza da togliere il fiato, e che gli stessi addetti ai lavori hanno rimpianto una volta lasciati per continuare le riprese nella più fredda Londra, tra il Parlamento e il Royal Naval College di Greenwich, o nel Middlesex di Isleworth, dove si trova la St. Mary's Church di Osterley Rd.


 
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per Paese Sudafrica
Seguici su:
Natale
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati