Cerca nel sito
Wind River location film riserva indiani Utah Wyoming

I segreti di Wind River sono nello Utah

Ambientato nel freddissimo Wyoming, il film con Jeremy Renner ci mostra un'America dura e spietata, come la sua natura.

Eagle Pictures / Leone
Attenzione a Taylor Sheridan. Dopo Sicario e Hell or High Water, lo sceneggiatore ha scelto di passare dietro alla macchina da presa per questo suo ultimo I segreti di Wind River, con il quale chiude una ideale trilogia dedicata alla frontiera americana. Subito dopo aver visitato un altro tipo di 'border' statunitense con Florida Project, eccoci dunque a tuffarci tra "neve e silenzio" per una storia molto dura, come la natura protagonista del film, oltre che del Wyoming in cui è ambientato o dello Utah dove è stato girato.

Un cacciatore solitario (Jeremy Renner) ritrova durante un’escursione tra le nevi il corpo senza vita della figlia di un suo caro amico. Mosso da un passato personale misterioso decide di unirsi alla giovane agente FBI Jane Banner (Elizabeth Olsen) in una pericolosa caccia all’assassino. Nell’apparente silenzio dei ghiacci si nasconde una sconvolgente verità.



"Una sequenza di eventi" la descrive il regista, interrogato sull'ispirazione originaria: "Sono storie particolari di ogni riserva e sono state largamente ignorate, e quando mi sono trovato finalmente nella posizione di poter dare a queste storie una voce, l'ho fatto". Come dimostra il messaggio finale, prima dei titoli di coda, nel quale veniamo messi a parte del fatto che "mentre negli Stati Uniti esistono statistiche sulle persone scomparse di ogni gruppo demografico, non ve ne è alcuna riguardo le donne native americane".

Anche per questo le tribù indiane degli Shoshone e degli Arapaho, residenti nella riserva di Wind River, al centro del Wyoming, hanno fornito il loro supporto al film, sin dalla stesura dello script. "Avevo inviato la sceneggiatura a entrambe le tribù prima di iniziare a girare - ricorda Sheridan, - e mi hanno aiutato moltissimo. Sono venuti sul set e mi hanno permesso di usare le loro bandiere e i loro simboli tribali senza alcun costo. Mi hanno supportato moltissimo nel portare alla luce questo mondo. E si meritano un ringraziamento".

Per la quale sono state parimenti importanti le location, e più che quelle dell'Equality State - come viene chiamato il Wyoming (oltre che Cowboy State, Park State o Forever West) - quelle del Beehive State, lo Utah, e di Coalville dove si sono svolte principalmente le riprese montane. Del primo sono sicuramente riconoscibili i segnali relativi alla Wind River Reservation, alla Fremont County e della città di Lander, mentre è lo stesso Renner a citare esplicitamente il piccolo centro di Pinedale, il Togwotee Pass tra Dubois e Moran Junction nella valle di Jackson Hole e soprattutto - in un momento chiave - la più alta montagna dello Stato, Gannett Peak.

"I segreti di Wind River esplora forse l’aspetto più tangibile della frontiera americana e il più grande fallimento dell'America: la riserva dei nativi americani - spiega ancora il regista (che vedremo prossimamente su Netflix con Yellowstone). - È un luogo brutale, dove il paesaggio stesso è un antagonista. È un luogo in cui la tossicodipendenza e gli omicidi uccidono più del cancro, e lo stupro è considerato un rito di passaggio per le ragazze per diventare donne. È un luogo in cui le leggi dello Stato lasciano spazio alle leggi della natura. Nessun posto in Nord America è rimasto così invariato nel secolo scorso e nessun posto in America ha sofferto tanto dei cambiamenti che vi hanno avuto luogo".
 
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100