Cerca nel sito
Alsazia

Gli incanti dell'Alsazia

Il viaggio di turismo.it nel nord est della Francia continua alla scoperta dell'Alsazia, piccola regione francese compresa tra le cime arrotondate dei Vosgi e il Reno, che oggi, dopo secoli di guerre, segna pacificamente il confine con la Germania e la Svizzera.

alsazia
Courtesy of ©Riccardo Spila
Il viaggio di turismo.it nel nord est della Francia continua alla scoperta dell'Alsazia, piccola regione francese compresa tra le cime arrotondate dei Vosgi e il Reno, che oggi, dopo secoli di guerre, segna pacificamente il confine con la Germania e la Svizzera. Si parte da Mulhouse, percorrendo prima la strada dei vini d'Alsazia, che attraversa deliziosi villaggi, e poi la Route des Cretes. Iniziamo il tour da Mulhouse. Innovazione e spirito imprenditoriale sono le caratteristiche di questa città giovane e dinamica dalla storia singolare. Piccola Repubblica indipendente, grazie allo spirito d'iniziativa dei suoi abitanti, diventa nel 1700 il centro più importante in Europa per la stampa dei tessuti che arrivavano vergini dalle Indie. Ricca e borghese decide, per motivi economici, di unirsi alla Francia pochi anni dopo la Rivoluzione Francese. La scelta si rivelò giusta: una forte espansione economica trasformò questo piccolo centro in una delle città industriali più floride di Francia guadagnandosi il soprannome di "Manchester Francese". Di questo passato ha conservato un patrimonio importante: un centro storico valorizzato da lussuose dimore private costruite dagli industriali di Mulhouse e stabilimenti industriali dalle forme eleganti trasformati in grandi magazzini. Un'altra testimonianza del passato è costituita da la Citè, il quartiere degli operai: allo scopo di migliorarne la vita, nel 1800 ad ogni famiglia veniva assegnata un'abitazione indipendente, spaziosa e con giardino, e, grazie ad un particolare sistema di pagamento, tutti gli operai potevano nel tempo divenire proprietari dell'abitazione. Il cuore di Mulhouse è la Place de la Reunion dove già nel Medio Evo si svolgevano mercati, fiere e cerimonie. Qui si affaccia l'Hotel de Ville, gioiello del rinascimento renano decorato con colorati stemmi in trompe l'oeil che ricordano le antiche alleanze con i cantoni svizzeri. I numerosi tavolini dei bar sulla piazza, circondati da edifici con bellissime facciate multicolori e dalla giostra originale del 1900, sono un'ottima platea per osservare la vita vivace e dinamica degli abitant. La particolarità di Mulhouse sta senz'altro nei suoi musei, originali e curiosi. Da non perdere il museo dell'automobile e quello della stampa su stoffa. Quest'ultimo, tra i più importanti al mondo nel suo genere, conserva nella biblioteca più di tre milioni di campioni di tessuti provenienti da tutti i continenti. Alcuni degli stilisti più importanti del mondo, quali Paloma Picasso e Christian Dior, vengono regolarmente a consultare questo prezioso archivio da cui traggono ispirazione. Interessante l'Ecomuseo d'Alsazia, ricostruzione vivente di un villaggio alsaziano del '700, divertente il tecnologico Museo Electropolis che racconta in modo interattivo la storia dell'elettricità, nostalgico il Museo Francese della Ferrovia. E poi il Museo dei Vigili del Fuoco, il Museo della Carta da Parati, Il Museo Storico, il Museo delle Belle Arti, e il Museo della Ceramica, tutti musei di prim'ordine che da soli giustificano un soggiorno in queste cittadina troppo spesso trascurata dal turismo.
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per Paese Francia
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati