Cerca nel sito
Francia Tourrettes-sur-Loup Festa delle Violette

Francia: Tourrettes-sur-Loup al profumo di violette

Con la sua struttura architettonica rimasta intatta nei secoli, il borgo francese accoglie i visitatori con la Festa delle Violette

Borgo di Tourrettes-sur-Loup, Francia
©iStockphoto
Veduta del borgo di Tourrettes-sur-Loup
Nella regione della Provenza-Alpi-Costa Azzurra del dipartimento francese delle Alpi Marittime si trova un luogo dove ci si inebria al profumo di fiori. Si tratta di Tourrettes-sur-Loup, un borgo medievale sorto sulla roccia, famoso per la coltura della violetta usata anche in pasticceria oltre che in profumeria. A marzo, nel mezzo del periodo della fioritura, il villaggio si anima proprio in occasione della Festa delle Violette, che si tiene ogni anno dal 1952. La sola varietà di violetta coltivata a Tourrettes-sur-Loup è la Victoria, con l’attività agricola incentrata su questo fiore sin dal 1880: si presenta particolarmente profumato e sostenuto da un peduncolo di circa 25 centimetri. Con la Festa delle Violette si chiude la stagione di questo fiore e viene celebrata la primavera con le strade che si animano di musiche e danze locali. Si inizia già alle 9:30 del mattina quando tutto il villaggio è in fermento e il pomeriggio si continua con la sfilata di carri addobbati di fiori. Il tutto si conclude con la Battaglia dei Fiori che coinvolge tutti, abitanti e visitatori.

Leggi anche: FRANCIA: AD ANGOULEME SI CELEBRA IL FUMETTO

Ecco dunque un valido motivo per andare alla scoperta di questo pittoresco borgo medievale, le cui suggestive stradine si caratterizzano per le gradinate in pietra e sono ornate da belle botteghe di artigianato, in particolare modo quelle dei tessitori che richiamano turisti anche da lontano. Quella che è conosciuta come la Città delle Viole è sorta attorno all suo imponente Castello fortificato, eretto nel 1430 ristrutturando una vecchia torre del XII secolo. La sua superficie di 400 mq è disposta su tre livelli e vi spicca una scala monumentale del Seicento. La ricchezza architettonica del borgo è rimasta pressoché intatta nei secoli e si manifesta attraverso le antiche case che formano i bastioni delle mura, le viuzze lastricate e le antiche costruzioni.

Leggi anche: FRANCIA: LO SHOPPING IN 4 ITINERARI

Il centro storico si snoda lungo un’arteria principale a forma di ferro di cavallo: è questo il ritrovo per artisti, musicisti e scrittori sin dagli inizi del Novecento. Particolari sono gli affreschi in stile naif della Cappella di San Giovanni, che rappresentano scene di vita quotidiana, paesaggi della zona e scene dell’Antico e Nuovo Testamento. In stile romanico si offre invece la Chiesa di San Gregorio, costruita nel XII secolo e rimaneggiata nelle epoche successive. L’ingresso spicca per il suo stile rinascimentale, l’interno è arricchito con opere d’arte e nella facciata sud, la più antica di tutta la costruzione, si trovano una meridiana e le incisioni di pesce a colomba.
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per Paese Francia
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100