Cerca nel sito
Natale Olanda Amsterdam tradizioni feste 

Come si festeggia il Natale in Olanda

Per vivere l’atmosfera natalizia come un insider, abbiamo chiesto a insolitAmsterdam di svelarci qualche curiosità relativa alle abitudini dei locali. Ecco cosa si porta in tavola e come si intrattengono gli olandesi sotto le feste

Dam Square
Courtesy of©Nisangha/iStock
Dam Square
Scoprire le abitudini dei locali è sempre un modo interessante di conoscere un Paese: c’è chi la chiama “La Venezia del Nord” ma in realtà Amsterdam è una città che va oltre le etichette, è un mondo pieno di sorprese che merita di essere conosciuto al di là di quanto si legge sulle guide turistiche. A raccontare il suo vero animo è Simona Carloni che, insieme a Valentina Vinci, da ormai qualche anno ha fatto le valigie per trasferirsi nella bella capitale olandese deliziando i connazionali con il progetto insolitAmsterdam, una realtà frizzante e in continuo divenire che organizza e gestisce soggiorni e visite guidate in italiano per privati, gruppi e scuole al fine di solleticare la curiosità dei turisti invitandoli ad andare oltre le classiche icone dei Coffee Shop e del quartiere a luci rosse perché li fuori c’è un mondo da vedere e vivere in una nessuna e centomila sfumature.
 
Per tutti i curiosi che si sono sempre chiesti come vivono e cosa fanno i locali durante le feste, il mistero è presto svelato, Simona ci ha raccontato infatti cosa succede da queste parti durante il periodo natalizio: ebbene sì, qui il Natale è magico e ricco di abitudini simpatiche che meritano di essere conosciute. Se è vero che anche l'occhio vuole la sua parte, basta guardarsi intorno per innamorarsi di quei vicoli e canali addobbati a festa con lucine natalizie che rendono ancora più suggestive le case storte, ovvero le caratteristiche e storiche case sui canali al cui interno, tra una tazza di tisana alla menta e la lettura di un buon libro, gli abitanti si godono qualche momento di intimità. 

LEGGI ANCHE WEEKEND GOLOSO AD AMSTERDAM
 
Il Natale ad Amsterdam inizia in realtà in anticipo, il 5 dicembre, con l'arrivo di Sinterklaas, ovvero San Nicola che, accompagnato dai suoi validi aiutanti chiamati "Pieten", porta i doni ai bambini in sella al suo fedele amico il cavallo bianco Amerigo: la sera dopo l'arrivo di questa sorta di Babbo Natale, i piccoli possono mettere una scarpa dietro la porta e, la mattina seguente, vi troveranno un piccolo dono mentre gli adulti si preparano per addobbare l'albero e vivere quel clima di euforia che si respira in ogni dove.
 
Uno dei momenti cult è quello della cena in cui si portano in tavola piatti tradizionali cari alla cucina olandese come lo Stampot, una zuppa di piselli e salsiccia e il Kerststol, il dolce per eccellenza delle feste. Non solo cibo, oltre a mangiare ci si intrattiene organizzando un simpatico gioco: si tira a sorte e si acquista il regalo per la persona estratta per poi recitare poesie divertenti scritte apposta per il destinatario mettendo in evidenza tutti i suoi difetti perché gli olandesi trovano sempre l’occasione per dire quello che pensano. Giorno dopo giorno, per ingannare l'attesa, gli olandesi girano per la città in sella alla loro bici pronti a comprare qualcosa di nuovo, vecchio, originale o vintage tra i diversi mercatini, quelli noti ma anche quelli più nascosti e sconosciuti ai turisti o ancora si dilettano volteggiando sulla pista di pattinaggio sul ghiaccio come quella che, fino a gennaio, impreziosisce Piazza Leidseplein. Tra un giro e l'altro ci si rilassa con dell’ottimo vino caldo o una cioccolata con panna o ancora, per chi non teme il notevole apporto calorico, da provare le patate oorlog, ovvero “patate da guerra” il perché è facilmente intuibile, basta assaggiare la salsa di arachidi con cui sono condite per avere una vaga idea.
 
Il 25 dicembre si festeggia il Natale, ci si riunisce con parenti e amici e si preparano delizie come le bitterballen, ovvero una sorta di polpette fritte dal ripieno gustoso a base di manzo, pollo, vitello o funghi e ancora salse da spalmare su pane tostato, zuppa di zucca, arrosto con salsa BBQ e, dulcis in fundo, un bel tiramisù dalla forma rotonda con tanta panna e decorazioni natalizie. Chi vuole sperimentare il menu degli olandesi ma non vuole impazzire tra i fornelli cercando di misurarsi con ricette mai sperimentate prima, insolitAmsterdam semplifica il compito aprendo le porte delle case dei locali permettendo di prendere parte al pranzo di Natale, o alla cena di capodanno, e trascorrere qualche ora in una dimensione accogliente là dove a intrattenere sono i padroni di casa pronti a condividere con l’ospite racconti, usi, costumi e tradizioni che permettono di entrare nella vera anima di questa città.
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100