Cerca nel sito
Frikadeller - Danimarca

Danimarca, a tavola con le Frikadeller

La ricetta delle tipiche polpette danesi a base di carne di maiale richiede passaggi precisi e "trucchi culinari"

polpette di carne di maiale svedesi<br>
iStock
Frikadeller
La tradizione culinaria danese è fortemente legata al clima nordico. In vista dei lunghi inverni sono stati favoriti quei prodotti che possono essere conservati a lungo come i cereali, i formaggi, le mele, le carote e le patate.

Leggi anche: COPENAGHEN, LA CITTA' PIU' GAY FRIENDLY DEL MONDO

La carne era simbolo di prestigio e di buona nutrizione, ma nel Medioevo la maggior parte dei danesi consumava carne fresca solo da novembre a Natale, la stagione del macello, il resto dell'anno si mangiava carne conservata sotto sale o affumicata. La carne fresca, durante tutto l'anno, era un privilegio riservato ai nobili, così come la selvaggina. Spesso i pezzi di carne erano cotti insieme a orzo e cavolo verde, quest'ultimo, crescendo anche d'inverno, era la principale fonte di vitamina C nel periodo più freddo dell'anno.

Secondo le statistiche, ogni abitante della Danimarca consuma annualmente 70 kg di carne di maiale. L'allevamento di maiali, infatti, ha origini molto antiche e costituisce una delle voci più importanti dell'economia nazionale.

Leggi anche: LA DANIMARCA E' IL PAESE PIU' FELICE AL MONDO

E con carne di maiale sono preparate le polpette dalla forma schiacciata appartenenti al ricettario tradizionale danese: le Frikadeller, considerate in Danimarca uno dei piatti più importanti, gustato tutto l’anno e protagonista del menu tipico delle festività natalizie.

Le origini di questa ricetta si perdono lontano nel tempo. Delle Frikadeller si legge per la prima volta in un libro di gastronomia che risale addirittura al 1280, anche se la ricetta in questione indicava di utilizzare la carne di pollo insieme a quella di maiale. E’ solo nel 1837 che nasce la ricetta che tutti conosciamo. E' contenuta nel libro di cucina di Madame Mangor che, tra l’altro, suggerisce anche la “tecnica” migliore per poter dare la forma a queste polpette, ossia utilizzando un cucchiaio.

Leggi anche: IN DANIMARCA CON IL GIRO D'ITALIA

Uno dei "segreti" necessari alla preparazione di queste deliziode polpette di carne è quello di mescolare bene tutti gli ingredienti. L'impasto, inoltre, dovrebbe riposare in frigorifero per un’ora, tempo necessario a far legare gli elementi della ricetta. Successivamente è preferibile impastare ancora la carne prima di dare la forma alle polpette. Le Frikadeller vengono solitamente accompagnate con un contorno di cavolo rosso in agrodolce e patate bollite.

Leggi anche: COUNTDOWN PER L'ECLISSI SOLARE NELLE ISOLE FAORE

La ricetta. Ingredienti per 4 persone: 500 grammi di carne di maiale tritate, 1 cipolla, 100 grammi di farina, 50 grammi di pangrattato, 2 uova, mezza tazza di latte, sale q.b., pepe q.b., 75 grammi di burro, pepe di Giamaica.

Tritare la cipolla. Prendere un recipiente e sistemarvi la carne macinata, la cipolla tritata, la farina e il pangrattato. Mescolare. Aggiungere le 2 uova, sale, pepe e il latte. Mescolare bene con le mani, in modo da amalgamare alla perfezione tutti gli ingredienti e far riposare il composto in frigorifero per almeno un’ora, poi tornare a mescolarlo. Formare delle polpette schiacciate. Mettere una padella sul fuoco e farla scaldare, poi aggiungere il burro (in alternativa margarina) e farlo sciogliere. Iniziare a friggere le polpette in padella. Il momento della cottura prevede due fasi. Nella prima fase le polpette devono essere cotte a fiamma alta su tutti e due i lati; nella seconda, la cottura deve proseguire a fiamma bassa altri 5 minuti per ogni lato. Toglierle dalla padella e sistemare nel piatto insieme al contorno.

*****AVVISO AI LETTORI******  
Segui le news di Turismo.it su Twitter e su Facebook
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100