Cerca nel sito
Irlanda del Nord location film Viaggio Nick Hamm Scozia Belfast

Dalla Scozia a Belfast, un Viaggio che ha fatto la Storia

Nel film del regista nordirlandese una vicenda davvero accaduta di uomini e politica.

Officine UBU
È dalla Scozia che parte Il viaggio di Nick Hamm, il racconto di un evento che ha segnato la storia dell’Irlanda del Nord e che attraverso le interpretazioni di Timothy Spall e Colm Meaney mette in scena quanto accaduto tra i cosiddetti 'Chuckle Brothers'. Ma quanto avvenuto nel nord della Gran Bretagna durante gli Accordi di Pace del 2006, ha di fatto avuto bisogno delle ambientazioni nordirlandesi per trovare la sua strada. Quelle di Belfast e della Contea di Antrim, ben note al regista stesso, originario di quelle parti, e apprezzate anche dal pubblico della 73° Mostra del Cinema di Venezia dove il film è stato presentato come Evento Speciale Fuori Concorso.



Proprio dalla storia della tacita regola del Paese che prevede che i politici, nei loro viaggi oltreoceano, debbano viaggiare assieme ai loro avversari politici per evitare attentati alla loro vita nasce la curiosità per quanto accaduto ai due leader politici dell’Irlanda del Nord, il predicatore protestante Ian Paisley (Spall) e il repubblicano Martin McGuinness (Meaney), incontratisi a St. Andrews, in Scozia, per discutere uno storico accordo di pace. Con le trattative in una situazione di stallo, i due nemici giurati furono costretti, dalle circostanze e dal destino, a intraprendere insime un viaggio in macchina ricco di imprevisti. Un percorso nella conciliante natura scozzese che aprì spiragli nella barriera tra i due e divenne occasione di scoperta reciproca. Costretti a passare molte ore insieme, i due leader infatti instaurano una bizzarra relazione di amicizia, ricordata ancora oggi come "Chuckle Brothers", avviandosi verso un futuro di pace.

Nessuno saprà mai cosa avvenne davvero nell'aereo privato che unì i due veri politici, ma la ricostruzione di Hamm non sembra essere poi così peregrina… a parte la scelta "di eliminare l’elemento dell’aereo, non particolarmente cinematografico, e di spostare I fatti all’interno di un’automobile" presa dal regista e dallo sceneggiatore Colin Bateman. "Questo stratagemma allontana il senso di claustrofobia che la storia implicherebbe, consentendo allo stesso tempo lo sviluppo di un road-movie politico, - spiega ancora il regista di Godsend e The Hole. - Il direttore della fotografia Greg Gardiner e io abbiamo discusso molto e alla fine abbiamo deciso di non utilizzare alcun artificio digitale, come il green screen o la back-projection. Abbiamo girato sulla strada creando uno studio cinematografico mobile, un piccolo microcosmo cinematografico".

Iniziate il 30 settembre del 2015, le riprese hanno portato gli attori (compresi Freddie Highmore, John Hurt e Catherine McCormack) dalla Ballyboley Forest ("nella natura, che ha un ruolo molto importante perché li mette nella condizione di dover parlare", come sottolinea sempre Hamm) al Cairndhu Golf Club della Contea di Antrim e al Portavogie Harbour a nord di Plough Point. Spingendosi fno all'aeroporto di Belfast e al minuscolo Greyabbey a circa 30 km da Belfast, sfruttando la Glen Road e la Holy Rosary Primary School della stessa Capitale e i vari Castle Ward, Culloden Hotel e Portaferry nella Contea di Down.

Nonostante il film sia tecnicamente ambientato in Scozia, "era fondamentale che il film fosse girato qui, trattandosi di una storia profondamente irlandese" sottolinea Piers Tempest, produttore. Come il Mark Huffam che gli fa eco, concludendo: "E’ stata una decisione voluta e supportata da molte ragioni. In primo luogo abbiamo voluto dare supporto all’industria locale e promuovere l’Irlanda del Nord, e devo dire che ha funzionato abbastanza bene. Sarebbe stato un peccato non girare qui il film, considerando anche la ricchezza culturale e storica del luogo. Era giusto e aveva senso che venisse fatto qui".
 
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per Continente Scozia
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100