Cerca nel sito
Piatto Germania Berlino street food

Currywurst, il piatto must della Germania

Cosa è e come nasce uno degli street food più popolari di Berlino e di tutta la Germania. 

Currywurst, piatto, Germania
@iStock
Currywurst, piatto, Germania
Non solo la Torre della Televisione e la Brandenburger Torm, né il celebre "muro" e Alexanderplatz. A Berlino, infatti, c'è qualcosa che è un "must" ma che non ha bisogno di essere visitato. Perché si trova praticamente ovunque. In tante vesti e con tutte (letteralmente) le salse. Parliamo del currywurst berlinese. Dove assaggiarlo? Per esempio c'è il Curry-Baude alla stazione della metropolitana Gesundbrunnen, particolarmente popolare. E a solo circa 900 metri potete provare nell'Imbiss Berlins 10, gli spuntini con varia gradazione di piccantezza. 
 
Ma  di cosa stiamo parlando? Si tratta di un piatto di fast food di origine tedesca composto da salsiccia di maiale cotta al vapore, con o senza intestino. Tagliata a fette e condita con ketchup al curry, una salsa a base di ketchup speziato o concentrato di pomodoro, a sua volta ricoperto di polvere di curry. Il tutto generalmente servito con patatine fritte. Anche se il contorno secondo tradizione è un piccolo rotolo morbido, con il quale la salsa può essere immersa particolarmente bene. A Berlino Est era una fetta di pane tostato crudo. 
 
Un piatto che è un mito: basti pensare che in Germania vengono consumati più di 800 milioni di salsicce al curry all'anno. Secondo la tradizione, il Currywurst è nato proprio qui, a Berlino, dopo la Seconda Guerra Mondiale. Era il settembre del 1949 quando il ristoratore Herta Heuwer, nel quartiere di Charlottenburg, affermò di aver inventato la tipica salsa al currywurst. Per poi perfezionarla e brevettarla nel corso degli anni. Ma non tutti sono d'accordo con questa versione, quindi la paternità non è sicura. Una cosa, però, è certa: il Currywurst è preparato  in ogni regione in modo diverso. In parte la salsa è riscaldata, in parte condita con polvere di curry. La consistenza varia, invece, dal pastoso al sottile.
 
Come abbiamo già accennato prima, il food in questione ha due varianti di base: con e senza intestini. Le salsicce senza intestino sono di colore cilindrico e biancastro, paragonabili alle salsicce bavaresi. Entrambe le varianti sono dapprima fritte intere. Poi, prima di servirla, tagliata in piccoli pezzi. A volte anche con taglio obliquo. Su richiesta, invece, si possono aggiungere pepe di cayenna, peperoncino secco tritato, salsa Worcester o "cipolle taglienti".
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100