Cerca nel sito
Croazia viaggi settembre estate 2016 

Croazia: consigli utili per l'ultimo scampolo d'estate

Concedersi un weekend in terra croata per godersi le ultime vacanze

Veduta di Spalato
©iStockphoto
Panorama di Spalato. Croazia
COME ARRIVARE Grazie alla sua vicinanza con il confine italiano, arrivare in Croazia è molto semplice anche in auto. Il tragitto classico è quello che passa per Trieste verso l’Istria dagli ex valichi di Rabuiese-Skofije o da Pesek-Kozina, da dove si può proseguire per pochi chilometri in terra slovena fino al confine croato, a Rijeka vicino Fiume per dirigersi in autostrada verso Zagabria. La maggior parte dei turisti sceglie però il traghetto, dove si può imbarcare anche la propria vettura. Le compagnie SNAV, Jadrolinija, BlueLine e Venezia Lines offrono tratte tra i principali porti dell’Adriatico e diverse località croate. Per chi preferisce l’aereo ci sono collegamenti grazie a Vueling che vola da Roma e Firenze, Easy Jet da Milano e Croatia Airlines che raggiunge Spalato e Dubrovnik da Venezia, Alghero, Cagliari e Roma. 

Leggi anche: POLA, LA CROAZIA A SUON DI ROCK

COSA VEDERE Tra Parchi Nazionali, Parchi Naturali, Siti Unesco, bellissime città storiche, castelli, fari e riserve naturali c’è l’imbarazzo della scelta, me le distanze tra un’attrazione e l’altra sono relativamente brevi: vanno da una mezzora d'auto a una mezza giornata da quasi tutte le principali località turistiche sulla costa. Per chi viaggi in Istria imperdibili sono Rovigno, Pola, Umag, Parenzo, ma anche i laghi di Plitvice con le bellissime passerelle di legno che costeggiano e attraversano laghi, cascate e grotte, le grotte di Postojna e Lipica con l'allevamento dei famosi cavalli bianchi, il Parco Nazionale delle isole Brioni, il Monte Uka, il parco del Risnjak, l’isola Krk, le isole di Cres e Lussino raggiungibili con traghetto da Brestova sulla terraferma e i castelli della Riviera di Crikvenica. Nella Croazia centrale spicca la città storica di Zara, ma anche l’isola Pag famosa per i suoi merletti, il Parco Nazionale delle isole Kornati, il Parco Naturale del Lago Vrana, riserva ornitologica, le saline di Nin, Sibenik, una delle più antiche città dell'Adriatico Croato, famosa per la Cattedrale di San Giacomo, la cittadina di Primosten, la città fortificata di Trogir, sito Unesco, il Parco Nazionale di Paklenica apprezzato da amanti del trekking e dell’arrampicata, il Parco Nazionale Krka con le sue bellissime cascate, le fortezze, gli edifici storici e tradizionali. La Dalmazia meridionale è famosa soprattutto per ospitare Dubrovnik, uno dei simboli della Croazia con le sue mura bianche a picco sul mare. Ma ci sono anche la cittadina fortificata di Korcula, sull'isola Korcula; la penisola di Peljesac con i suoi vigneti e le mura difensive; le isole Elafiti - Kolocep, Lopud e Sipan, il Parco Nazionale dell'isola Mljet, l’arcipelago di Lastovo con il suo Parco Naturale, la città di Hvar sull'isola Hvar con il suo porto in stile barocco, l'Arboreto di Trsteno, Giardino botanico secolare che raccoglie esemplari da tutto il mondo.

Leggi anche: CROAZIA, IL PARADISO DEI NATURISTI

DA SAPERE Mangiare in un ristorante a conduzione familiare, magari in una piccola cittadina, risulta essere più conveniente e anche più buono di quelli delle città medio-grandi. Anche scegliendo a caso, secondo l’ispirazione del momento, può portare a vivere diverse esperienze gastronomiche particolarmente piacevoli.

COSA COMPRARE Nei piccoli mercati si possono acquistare le produzioni di artigiani locali, che comprendono varie lavorazioni in legno, terracotta, ceramica e persino in metalli pregiati. Hvar è celebre per i vari prodotti con l’aroma lavanda, come saponi e bagnoschiuma, ma anche per profumi, oli, flaconcini, saponi e detergenti a base naturale. Si possono acquistare ad un buon prezzo anche anelli, bracciali, monili in argento lavorati a mano, gioielli prodotti in corallo bruno o rosso e persino piccole statuette rivestite con un materiale pregiato. Presso l’isola di Pag il cosiddetto “oro bianco di Pag” sono i celebri merletti prodotti in modo artigianale, frutto di una secolare tradizione di produzione presente sull’isola.

COSA EVITARE Attenzione a mangiare il gelato croato per non rimanere delusi: ha infatti uno strano sapore che non somiglia per niente al gelato italiano. 
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per regione
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati