Cerca nel sito
Road Trip Tucson Nevada California location film Castello Vetro Welch

Attraverso gli States inseguendo il castello di vetro

Il Coast to Coast di Jeannette Walls diventa una avventura emozionante vissuta in West Virginia.

notorious
Non serve attraversare il Paese per girare un Road Movie negli Stati Uniti… Qualche tempo fa ce lo aveva dimostrato un altro film, anch'esso ispirato a un libro molto amato dal pubblico statunitense, ma la conferma arriva oggi con Il castello di vetro, co-scritto e diretto da Destin Daniel Cretton (regista dell'incredibile e sorprendente Short Term 12). Basato sull’autobiografia della giornalista americana Jeannette Walls - pubblicata nel 2005 con il titolo originale di The Glass Castle - quello che vediamo sullo schermo è il racconto dell'infanzia nomade e travagliata dell’autrice, Jeannette Walls.

Seconda di quattro fratelli, Jeannette (Brie Larson) cresce con una madre immatura (la Rose Mary di Naomi Watts), più attenta agli scorci da dipingere che alle necessità dei figli, e un padre affettuoso (Rex, interpretato da Woody Harrelson) che si getta però in progetti sconclusionati e si rifugia nell’alcol. L’immaginario castello di vetro, che promette un giorno di costruire per le bambine, diventa simbolo dei fallimenti e delle promesse infrante, ma anche dei guizzi della follia e dell’immaginazione.

Walls trascorse i suoi primi anni di vita letteralmente per strada, vagando senza radici dalle città nel deserto del sud-ovest fino ai camping di montagna, senza mai avere una fissa dimora, costantemente all'inseguimento dei sogni di un padre carismatico e brillante. Almeno fino a quando decise di scappare, lasciandosi alle spalle gli Appalachi, per diventare una scrittrice nella grande città… Nel suo romanzo - e online - non è difficile trovare traccia del suo lungo 'Road Trip', iniziato in Texas, nella natale Tucson e continuato tra Las Vegas (dove la famiglia visse per un mese in motel mentre il padre sbancava i Casino al Blackjack) e San Francisco, tra Midland - nel cuore del deserto della California, come Blythe - e Battle Mountain (di nuovo in Nevada), fino a Phoenix, in Arizona.

Leggi anche: Alcune delle trasposizioni cinematografiche più attese di grandi romanzi

Tappe segnate da avvenimenti spesso al limite della legalità, da situazioni dalle quali era meglio scappare, ma che formano la spina dorsale del libro e - ovviamente - del film. Girato, tra maggio e giugno del 2016, nella location più significativa tra le tante visitate dalla giovane Jeannette: quella Welch da dove fuggì con la sorella per dirigersi a New York. In West Virginia erano arrivati nel novembre 1977 per fermarsi qualche tempo a casa dei nonni e finendo poi per stanziarsi nella casa di Little Hobart Street, l'ultima che la diciassettenne condivise con la propria famiglia.

E che anche per questo è stata considerata fondamentale dalla produzione, come confermato dalla protagonista Brie Larson parlando della cura messa nelle ambientazioni dei set: "la scenografa Sharon Seymour ha davvero fatto in modo che l'ambientazione del libro prendesse vita, con tutti quei dettagli della casa di Hobart, dalle bottiglie di vetro di Rose Mary nella finestra, a tutti i suoi dipinti sparsi ovunque. Poi ha fatto il contrario nell'appartamento di Jeannette a New York, che è un ambiente splendido ma così spoglio da sembrare vuoto. Ha creato questa dicotomia: la casa dei Walls come un luogo caotico e disordinato, ma pieno di amore, contro questo appartamento di New York che ha tutte le cose che dovrebbero renderti felice ma che in qualche modo è senza emozioni".

 
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per regione California
Seguici su:
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100