Cerca nel sito
Amsterdam a  Luci rosse

Amsterdam hot: il Red Light District

Design a luci rosse ad Amsterdam. Il 2011 è l'anno di Dutch Dna per scoprire la creatività dei Paesi Bassi.

Insegne luminose del Red Light District ad Amsterdam
Il quartiere a luci rosse più famoso d’Europa si trova ad Amsterdam. Non c’è dubbio. Forse perché è il più sfacciato, il più autenticamente aperto al pubblico. La città più tollerante del Vecchio Continente ha da sempre ospitato questa zona franca dove il sesso a pagamento è legale e le prostitute pagano le tasse, l’affitto delle stanze dove lavorano e sono persino organizzate in un sindacato. Il Red Light District è al centro della città a due passi da piazza Dam. Ma tra i canali e i vicoli stretti qualcosa sta cambiando. Nel bel mezzo del distretto infatti ha aperto da un paio d’anni un vero spazio sperimentale: il Red Light Fashion.  Il progetto offre a 16 designer olandesi la possibilità di vivere e lavorare in quest’area al centro del quartiere a luci rosse. Nelle tipiche vetrine del Red Light District, anziché una ragazza,  si vedono invece le creazioni di questi giovani designer. La lista va dallo stilista Jan Taminiau alla shoe-designer  Roswitha van Rijn e alle creazioni underground di Bas Kosters. L’iniziativa  è stata voluta dall’agenzia di moda HTNK insieme alla città di Amsterdam. Oltre ai nomi già citati ci sono anche: Jeroen van Tuyl, Daryl van Wouw, Mada van Gaans, Sebastic, Sjaak Hullekes, Ignoor, G+N, Edwin Oudshoorn, Corné Gabriëls, Conny Groenewegen e il duo di fotografi: Petrovsky en Ramone.

Quello del design è un settore su cui l’Olanda è all’avanguardia. Il 2011 è l’anno di Dutch Dna, una campagna internazionale di promozione di tutta la creatività dei Paesi Bassi. Moda, design per la casa, oggetti, soluzioni eco per abbigliamento e arredamento. E naturalmente architettura. Tra le firme più prestigiose degli ultimi anni basta citare il visionario Reem Koolhas. Sua, tra gli altri edifici la splendida biblioteca della città americana di Seattle. Tra i nomi del design invece ci sono Marcel Vanders, Piet Boon e Gerrit Rietveld, vero padrino del design made in Holland. Nella moda il primo nome è quello di un duo, Viktor & Rolf, ormai conosciuto a livello internazionale. Proprio in questi giorni ad Amsterdam si svolge la settimana della moda. Fa da sfondo alle sfilate l’ex area industriale di Westergas nella zona verde di Westerpark, vero quartiere modello per il rispetto dell’ambiente. Ma per la Fashion Week sono tanti gli eventi sparsi anche in centro.

Quello del recupero di ex zone industriali ad Amsterdam è il segnale di una vera vocazione ecologica della capitale olandese. La città conta nei prossimi anni di abbattere del 40% le emissioni di CO2. Il risparmio energetico è al primo posto così come l’incremento dell’uso di bici, già popolarissime, e dal 2006 è anche partito il progressivo impiego nei canali di barche elettriche per le consuete gite in acqua da un capo a un altro della città.

Vai alla GUIDA AMSTERDAM

Altre idee MODA e DESIGN

Informazioni
www.holland.com

Leggi anche
Cucina Suriname ad Amsterdam: dove gustarla al top
La nuova Biblioteca di Amsterdam: libri e design
Le tentazioni di Amsterdam


Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100