Cerca nel sito
palermo dimore giardini itinerari

Villa Tasca, piante tropicali e romanticismo siciliano

Ai margini del centro storico di Palermo sorge una delle dimore storiche più affascinanti della regione

palermo villa tasca giardino
Courtesy of ©facebook.com/VillaTascaPalermo/
Villa Tasca
Considerata una delle dimore storiche più affascinanti dell'intera Sicilia, Villa Tasca è un'antica residenza che sorge ai margini del centro storico di Palermo all'interno di una splendido parco di 8 ettari. La dimora, un tempo nota come Villa Camastra, vanta origini cinquecentesche mentre i giardini che la circondano sono uno dei più emblematici esempi di Rontacismo siciliano ottocentesco. Fu, infatti, nel 1855 che Lucio Mastrogiovanni Tasca decise di trasformare il parterre formale della dimora nel "Giardino irregolare", un giardino di tipo inglese in stile "Gardenesque". Il clima mite e soleggiato del capoluogo siciliano offriva l'ambiente ideale per lo sviluppo e la sopravvivenza delle piante tropicali che, difatti, divennero affascinanti protagoniste del bel giardino palermitano.

A dimostrazione che la zona di Palermo era quella che, in tutta Europa, offre le condizioni migliori per offrire dimora alle piante tropicale, nel giardino di Villa Tasca crescono rigogliosi alcuni dei più grandi esemplari cittadini di Cycas revoluta, un pino di Norfolk mozzafiato, e un buon numero di specie diverse di palme. Passeggiando tra i viali è ancora possibile ammirare alcune tracce delle geometrie regolari che caratterizzavano il precedente assetto del giardino con le quattro fontane circolari, le belle cancellate e il lungo viale di ingresso. 

A partire dal 1870 vennero realizzari ulteriori importanti lavori di espansione che arricchirono il giardino di altre tre aree ispirate allo stile paesistico-romantico inglese, con cambiamenti di quota, sculture e folly che riproducono in miniatura rovine di epoca classiche, reali o immaginarie. Incorniciato da una lussureggiante foresta di bambù verde e nero, il Lago dei Cigni è dominato, per metà, dal Ficus macrophylla f. Columnaris. Sulla sponda accanto campeggia il tempietto monoptero dedicato a Ceres, la dea romana dell'agricoltura, arrampicato sulla cima di una piccola altura con grotte artificiali.

Passeggiando lungo i viali, si raggiunge la Collinetta, adornata dal ponte e dal gazebo in ghisa. Alle sue spalle si estende, invece, il magnifico Giardino di Acclimatazione che sfoggia un'area dedicata alle piante succulente e alle xerofite dove, intorno un esemplare di Dracaena draco, crescono alcune specie dei generi Yucca, Opuntia, Aloe, Agave e Nolina. Non lontano, infine, si possono ammirare l'elegante e austero bosco di Araucaria columnaris e il monumento dedicato al grande patriarca della famiglia, Lucio Mastrogiovanni Tasca.

Leggi anche:
Sicilia: 5 itinerari seguendo l'arte più bella dell'isola
Weekend in Sicilia: itinerario in 5 tappe tra i sapori dell'isola

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE


Saperne di più su NATURA
Correlati per regione
Seguici su:
Natale
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati