Cerca nel sito
roma parchi giardini itinerari naturalistici

Villa Doria Pamphili, natura e storia nel cuore di Roma

E' la villa storica più grande della Capitale

villa pamphili roma giardini 
Alinti/Wikipedia Pubblico Dominio
Villa Doria Pamphili - Il Giardino Segreto
Racchiusa tra gli storici tracciati romani di via Aurelia Antica, via della Nocetta e via Vitellia, con i suoi oltre 180 ettari, Villa Doria Pamphili è il più grande parco storico romano oltre ad essere l'unica villa rimasta pressochè integra nella struttura, fatta eccezione per la realizzazione, negli anni '60, della cosiddetta via Olimpica che l'ha tagliata più o meno a metà dividendo la zona orientale, quella più ricca di testimonianze architettoniche ed artistiche, da quella occidentale, dall'aspetto più selvaggio con la natura a farla da padrona. A rendere così speciale questa grande villa romana è la sua triplice essenza di villa nobiliare, parco e giardino. Le sue origini sono legate alla famiglia di cui porta il nome che in questo pezzo di campagna romana, a partire dal XVII secolo, realizzò la propria residenza a partire dall'edificio più antico del Parco, la cosiddetta Villa Vecchia o Casino di Famiglia, oggi sede di un museo dedicato alla villa. Alla Villa Vecchia si aggiunse ben presto la Villa Nuova e, nel corso del tempo, una serie di altri edifici ed installazioni.

Magnifico il Casino del Bel Respiro, con il suo Giardino Segreto, così come l'Arco dei Quattro Venti, una delle prime architetture in cui ci si imbatte accedendo dalla Porta di San Pancrazio, Palazzina Corsini, il Giardino del Teatro, e la Cappella Doria Pamphili in prossimità della quale si estende una suggestiva pineta che conduce sino alla Fontana del Giglio dalla quale si generano i giochi d'acqua che confluiscono nel Laghetto del Belvedere. Un trionfo di splendidi edifici ed installazioni che si incastonano in uno scenario dalla natura prorompente che non a caso aveva conquistato la nobile famiglia romana.
La natura della villa non è, infatti, meno affascinante, basti pensare che, proprio per la sua ricchezza vegetazionale, era soprannominata “Bel Respiro”. Nel Parco si possono ammirare specie di elevato pregio naturalistico tra cui il Pino di Aleppo, nell'area della Collezione Botanica, il cedro del Libano e il Pioppo Nero nei pressi del Lago Grande. Esplorare la parte occidentale della villa è come immergersi in uno spicchio di campagna romana. La natura qui è, a tratti, selvaggia, ed offre numerosi spunti per concedersi una piacevole giornata di relax all'aria aperta da dedicare al riposo piuttosto che allo sport o alle passeggiate. Questa zona della villa custodisce, inoltre, interessanti testimonianze archeologiche, come una necropoli romana con due tombe di età augustea riccamente decorate con affreschi oggi custoditi presso il Museo Nazionale Romano.

Da non perdere una tappa al Casale di Giovio, di epoca medievale, edificato su una collinetta dove, precedentemente, sorgeva un piccolo tempio romano, così come al Casino di Allegrezze e ai Giardini delle Delizie. E per chi ama pedalare, l'appuntamento è lungo la pista ciclabile di Villa Pamphili che, con un percorso di 11 chilometri da intraprendere in autonomia o con appositi tour organizzati, porta alla scoperta delle meraviglie custodite all'interno di questa Villa che, per la sua rilevanza storica, artistica e naturalistica, è meritevole di tutela, controllo e salvaguardia.

DA VEDERE A ROMA: VAI ALLA GUIDA

Leggi anche:
La dolce vita romana
Le bellezze di Roma vecchie e nuove
CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su NATURA
Correlati per regione Lazio
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100