Cerca nel sito
Agriturismi Biologici Veneto Tirtha di Pescantina

Veneto: Tirtha, l'agriturismo che guarda al fiume

Pescantina: nella Valpolicella l'agricoltura bio che si nutre del Parco dell'Adige

Valpolicella
iStock
Valpolicella, scorcio
Nella Valpolicella, Pescantina si differenzia dagli altri comuni di questo comprensorio da sempre vocati alla coltivazione della vite e dell'olivo. Adagiata sulla riva sinistra dell'Adige, questa piccola città contiene monumenti di rilievo: in riva all'Adige la chiesa di San Rocco risalente al XV secolo; la chiesa della Madonnina costruita nel XVIII secolo sui resti di quella più antica, con il campanile eretto tra il 1820 e il 1840; Palazzo Betteloni, ora sede del Municipio.
 
TIRTHA: IL BIOLOGICO NELLA VALPOLICELLA
 
Intorno alla cittadina il territorio è circondato da campagna: anche qui, come negli altri comuni della Valpolicella, abbondano le ville, come la villa da Sacco ad Arcè, del XVIII secolo, con un vasto parco sull'Adige e con una chiesetta privata. A Pescantina troviamo Tirtha, un agriturismo biologico il cui nome è un termine sanscrito che si traduce con “luogo in cui si guada un fiume”. Nato dal recupero di un edificio ristrutturato secondo le leggi della bioedilizia, l’agriturismo Tirtha è immerso nel verde del Parco dell’Adige, a poca distanza dal fiume. 
 
AGRITURISMO TIRTHA: A CONTATTO CON LA NATURA
 
I piatti della cucina vegetariana si basano su ingredienti bio. Il bioagriturismo è anche famoso per le sue sedute di yoga. Non mancano le escursioni nel Parco dell’Adige o gli sport tra cui quelli all’aria aperta o il rafting o la canoa. Non mancano attività organizzate all’interno dell’agriturismo stesso, come la Horthus-therapy (un corso con un approccio molto pratico sull’agricoltura biologica) o altri corsi su piante officinali e non.
 
 
La possibilità di trascorrere un soggiorno benefico è data anche dall’ambiente confortevole fin nei suoi dettagli, a partire dalla scelta dei materiali, allo studio degli spazi, ma soprattutto grazie all’atmosfera rilassante. Due sale molto luminose si affacciano sul verde della campagna, con pavimento galleggiante in legno e riscaldato, una adatta al lavoro fisico, dove si lavora scalzi, e una per la didattica, adatta a  lezioni o conferenze. Completa la struttura un ampio salone sempre affacciato sul parco. 
 
 
A pochi chilometri da Verona e dal Lago di Garda, gli esterni dialogano con l’edificio e con gli elementi della natura, così come la cucina. La ristorazione prevede una prima colazione e una serie di spuntini a base di prodotti biologici e vegetariani durante la giornata. Periodicamente il bioagriturismo Tirtha propone, su richiesta ed a numero chiuso, una cena al buio, ossia servita da camerieri non vedenti e preparata da una cuoca professionista. L’obiettivo, come per tutte le cene al buio, è quello di fare una diversa una esperienza sensoriale, dove esaltare sensi assopiti come il gusto e l’olfatto e capire quanto la mancanza della vista possa essere condizionante.
 
agriturismotirtha.it
Saperne di più su NATURA
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati