Cerca nel sito
Toscana Underground

Toscana Underground: percorsi segreti sottoterra

Tesori e paesaggi sotterranei per scoprire la Toscana in modo inedito e originale.

Grotta del Vento
©Grotta del Vento
Spesso i tesori nascosti sono quelli più belli, perché la loro scoperta ci sorprende e ci gratifica. Così è per i luoghi poco noti, lontani dagli itinerari turistici tradizionali, che possono svelare insolite bellezze. In tal senso è nato il progetto “Toscana Underground”, promosso dalla Giunta regionale, che mira a valorizzare i paesaggi segreti del sottosuolo: grotte carsiche, cunicoli sotterranei, ma anche miniere, antichi acquedotti, bottini e necropoli che raccontano la storia e il lavoro dell’uomo.

Questi siti sono diffusi su gran parte del territorio toscano e alcuni sono stati recentemente oggetto di interventi di recupero e messa in sicurezza; sono luoghi affascinanti e talmente diversi tra loro da attirare escursionisti, sportivi, appassionati di storia e archeologia, ma anche famiglie e comitive di amici.

Se vi piacciono le grotte, sappiate che ne sono state censite 1.597, in ben 53 aree diverse della Toscana, per un totale di 270 chilometri di gallerie naturali. Le Alpi Apuane, ad esempio, ospitano il Monte Corchia, che è il complesso carsico più esteso d’Italia con circa 60 chilometri di gallerie e pozzi carsici e l’Abisso Paolo Roversi, che con 1.249 metri di dislivello è la grotta più profonda in Italia e la 21ª nel mondo. Fra le mete consigliate c’è la nota Grotta del Vento in Garfagnana, che prevede tre differenti itinerari di visita, oppure il maestoso Antro del Corchia in Versilia o, ancora, le tre Grotte di Equi Terme in Lunigiana che ospitano anche un percorso speleologico.

Da non sottovalutare i giacimenti minerari, sfruttati sin dall’antichità (a Massa Marittina fu redatto nel XIII secolo il primo Codice Minerario d’Europa). Oggi, attraversando a piedi o a bordo di un trenino le gallerie sotterranee, è possibile ad esempio ripercorrere la giornata lavorativa del minatore. Molto esteso, il Parco Minerario dell’Isola d’Elba propone diversi modi per esplorarlo: itinerari a piedi o in mountain bike nella Valle dei Mulini; un percorso nella galleria sotterranea del Ginevro a Capoliveri; escursioni nelle cave a cielo aperto di Rio Marina e Rio Albano.

Vale senz’altro la pena scoprire poi l’insediamento rupestre di Vitozza a San Quirico di Sorano (GR), un villaggio scavato nel tufo abitato dal XII al XVII secolo: qui, nascoste dalla vegetazione, sopravvivono duecento grotte, dette “colombani”, e i resti del villaggio medievale. Non perdetevi infine un viaggio negli acquedotti sotterranei a partire dai famosi “bottini” di Siena, costruiti nel Medioevo e Rinascimento e ancora oggi funzionanti, passando per la Galleria delle Fonti dell’Abbondanza a Massa Marittima e il Labirinto di Porsenna a Chiusi (SI), un intricato acquedotto etrusco che si snoda sotto la città costituito da cunicoli di differenti dimensioni disposti su più livelli.

Vai alla GUIDA TOSCANA

Guarda le FOTO:
Isole e parchi della Toscana
Toscana blu: Elba e dintorni

Leggi anche:
Soggiorni anti-stress in Toscana

Informazioni utili:
www.turismo.intoscana.it
www.terresiena.it
Saperne di più su NATURA
Correlati per regione Toscana
Seguici su:
Natale
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati