Cerca nel sito
Parchi Torino: Parco di Villa Genero

Torino, scoprire il Parco di Villa Genero

Il parco voluto dal noto banchiere Felice Genero è una destinazione da rivalutare

Scorcio del parco
©Comuni Italiani.it
Scorcio del parco di Villa Genero
Era il 1858 quando Felice Genero, banchiere torinese, decise di acquistare vigna Colla, un’area che comprendeva un’abitazione civile e due cascine, oltre che serre, giardini, prati e un padiglione.A tutto questo, una trentina di anni dopo, la moglie volle far aggiungere la confinante vigna Baldissero che comprendeva una villa, un rustico, una cappella, prati, orti, giardini, viali alberati. Durante gli anni del fascismo, poiché la proprietà era passata al Comune di Torino, venne trasformata in parco pubblico. Fu quindi nel 1933 che vi vennero attuati alcuni piccoli interventi per separare l’area turistica aperta al pubblico da quella della scuola edificata già dalla fine dell’Ottocento.

Fu un periodo di grande splendore per il Parco di Villa Genero, luogo di ritrovo per molti torinesi che vi arrivavano per godersi momenti di relax. La stampa dell’epoca non era parca di eleganti descrizioni ed incuriosisce anche il fatto che commenta come per i viali del parco fosse possibile andare con l’automobile o in carrozza. Se non fosse lasciata spesso all’incuria e agli atti vandalici, Villa Genero potrebbe a tutti gli effetti essere uno dei parchi più belli di Torino: nei suoi 39 mila mq di percorso collinare è un susseguirsi di alberi secolari, viale e vialetti che portano ad una suggestiva balconata da cui il panorama che si può ammirare è uno dei più belli della città.

Leggi anche: Torino, le meraviglie dei Giardini Reali

Il tempietto dalla particolare architettura e simbologia in origine aveva le entrate murate a contava della presenza di due sfingi ai lati, una dipinta sul viso di bianco e l’altra dal viso scuro, purtroppo danneggiate. Gli atti di vandalismo sono ancora purtroppo visibili, ma vale la pena andare alla scoperta di questa oasi di verde fuori dal traffico a circa due chilometri dal centro di Torino perché sta lentamente tornando all’antico splendore. In autunno e in primavera riesce ancora ad offrire atmosfere piuttosto romantiche ed è indicato anche per un buon allenamento fisico essendo molti sentieri in salita. 

AL PARCO DI VILLA GENERO CON UBER EATS
Nata nel 2014 a Los Angeles come progetto sperimentale, con 350 città raggiunte in 36 paesi nel mondo, la piattaforma di food delivery di Uber consente di prenotare da app o all’indirizzo:  www.ubereats.com e dà accesso ad un’ampia selezione di ristoranti in grado di soddisfare ogni genere di palato: dai puristi della cucina tradizionale italiana o di quella salutare e vegana agli amanti dello street food.

UBER EATS IN ITALIA
In Italia Uber Eats è presente in 9 città (Milano, Roma, Torino, Napoli, Firenze, Bologna, Trieste, Rimini e Reggio Emilia) ed offre il servizio a 2.500 ristoranti, per un totale di 165.000 piatti disponibili sulla piattaforma
Saperne di più su NATURA
Correlati per regione Piemonte
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati