Cerca nel sito
Castello di Gropparello e Gole del Vezzeno

Gropparello: l'orrido mozzafiato

Il castello guelfo arroccato su uno strapiombo roccioso dell'Appenino Piacentino offre scenari unici che sembrano usciti da una fiaba

gropparello castello piacenza parco fiabe<br>
©Massimo Telò/Wikimedia Commons
Il Castello di Gropparello
Antichissimo e spettacolare, il Castello di Gropparello, adagiato sulle colline dell'Appennino piacentino, colpisce, oltre che per il sorprendente stato di conservazione, anche e soprattutto per la splendida posizione arroccata su uno strapiombo roccioso di origine vulcanica affacciato su un orrido di elevato interesse paesaggistico e geologico. Risalgono agli inizi del IX secolo le prime testimonianze documentali che ne attestano l'esistenza ed oggi si presenta come un perfetto esempio di castello guelfo posto a guardia dell'imbocco di una valle proprio come un nido d'aquila a picco su un dirupo.

Il maniero è circondato da un territorio selvaggio fatto di folti boschi, impervi strapiombi e forre in cui si insinuano le acque del torrente Vezzeno, ma anche di vigneti e di giardini botanici. Sono i magnifici scenari delle Gole del Vezzeno, uno splendido comprensorio di 20 ettari che regala paesaggi tutti differenti ma tutti ugualmente ricchi di fascino dominati dalla imponente Rocca di Cagnano, in cima alla quale è costruito il castello che affonda, infatti, le proprie fondamenta nella roccia viva, ancora ben visibile in numerosi ambienti al suo interno. E' proprio attorno a queste rocce che si sviluppa una rigogliosa vegetazione che crea un'ampia area boscosa dalle atmosfere cariche di suggestione e di magia.

LE FOTO: DIECI LUOGHI IMMAGINARI, TOUR DA FAVOLA

Tutto il territorio, infatti, sembra uscito da un avvincente romanzo fantasy, al punto che quasi non ci si stupirebbe se durante una passeggiata ci si imbattesse in un elfo o una fata. Il castello dona un contributo decisivo a questa grandiosa scenografia aggiungendovi un'ulteriore componente fiabesca. Non è un caso, infatti, che proprio il castello e i suoi dintorni ospitino un parco davvero speciale, quello delle Fiabe, il primo parco emotivo d'Italia che si pone come obbiettivo quello di far divertire i bambini risvegliando la loro fantasia, stimolando la voglia di scoperta ed invitando a vivere vere e proprie avventure a contatto con creature reali e immaginarie. Nella giornata di Ferragosto i piccoli avventurieri si muovono all'interno di scenari favolosi imbattendosi in elfi, maghi e folletti ma anche in animali veri. Accompagnati dal Cavaliere Bianco, vestiti ed armati di cappa e spada, prendono parte a scorribande medievali durante le quali sconfiggeranno mostri e banditi fino ad inscenare una ricostruzione della presa del maniero interpretando il ruolo di assalitori o difensori. Storia, cultura, natura e fantasia si fondono, dando vita ad un'esperienza di elevato impatto emotivo che, oltre a lasciare un bel ricordo, permette di apprendere cose nuove divertendosi.

Leggi anche: A ODENSE TRA LE FIABE DI ANDERSEN

E non potrebbe essere altrimenti calcando un palcoscenico come quello delle Gole del Vezzeno, caratterizzate da spettacolari affioramenti rocciosi, di cui l'appennino piacentino è ricchissimo, e da una flora ed una fauna estremamente variegate. Mentre i più piccoli vivranno le proprie avventure indimenticabili nel Parco delle Fiabe o durante le Giornate Incantate delle domeniche d'estate, gli adulti, quando non saranno coinvolti nelle attività, hanno l'opportunità di scoprire questi territori in maniera altrettanto particolare e suggestiva: percorrendo gli antichi camminamenti di ronda che circondano il castello. Si tratta di una fitta rete di piccoli sentieri e scalette scavati nella roccia viva che scendono sino alle gole in cui si insinuano le acque del torrente. Al limitare del percorso si trova il ricco orto botanico del castello, il luogo in cui la mano dell'uomo è intervenuta sulla natura circostante sfruttandone la biodiversità per ricavare rigogliosi giardini ricchi di specie rare di cui alcune ancora oggi non sono state catalogate.

LE FOTO: I LUOGHI DA FIABA CHE ESISTONO DAVVERO
Saperne di più su NATURA
Correlati per regione Emilia Romagna
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100