Cerca nel sito
monte rosa i più bei rifugi CAI

Monte Rosa: il rifugio più alto d'Europa

Amato, contestato, apprezzato e odiato: la Capanna Osservatorio Rifugio Margherita svetta contro il cielo, a quota 4554 metri

Rifugio Osservatorio Capanna Margherita
Gli appassionati escursionisti e gli amanti dell’alpinismo ben sapranno che il prossimo anno ricorrono i 150 anni del CAI, Club Alpino Italiano, e di certo ci si appresta a celebrarli nel migliore dei modi. Magari ripercorrendo la storia dei rifugi più importanti, come la Capanna Osservatorio Santa Margherita, che detiene un record non trascurabile: si tratta infatti del rifugio più alto d’Europa, con i suoi 4554 metri.

E’ posto sulle vetta della punta Gnifetti, la più alta della Valsesia, costruito nel 1893 e ristrutturato nel 1980. Non solo è un importante osservatorio fisico-meteorologico per la Regione Piemonte, ma anche un laboratorio convenzionato con l’Università di Torino, e da anni sede di laboratori per le ricerche mediche e scientifiche, essendo molto attrezzato.

TRA I RIFUGI DEL MONTE ROSA: LE FOTO


Sono tutti valori aggiunti a questa struttura unica nel sue genere, anche se fortemente criticata per essere considerata punto di arrivo e non di partenza per le varie escursioni e per le condizioni ambientali che risultano difficili a causa delle basse temperature, delle forti raffiche di vento, della poca quantità di ossigeno, della morfologia del luogo. Il rifugio, infatti, si affaccia ad est su gli oltre duemila metri di ghiaccio, neve e roccia che formano una delle più alte pareti delle Alpi.

Ma questo non toglie il fascino unico generato dalla straordinaria posizione, capace di offrire, appunto, interessanti opportunità di ricerca in diverse materie come medicina, geologia, meteorologia. La Capanna ha una capacità di 70 posti letto distribuiti in camere con letti a castello ed è dotata di sala bar-ristorante, servizi in comune, illuminazione elettrica, corrente a 220 V, collegamento internet. E'inoltre dotato di un locale invernale, non gestito, organizzato per ospitare 19 persone. Al piano terra si trova un atrio di ingresso, il locale invernale (che occupa anche parte del primo piano), la cucina, il soggiorno, due bagni, un piccolo magazzino ed il locale tecnico con il generatore. Al primo piano si trovano 7 camere, un bagno ed un ripostiglio.

Al secondo piano si trovano altre 6 stanze, di cui 2 riservate all’Università di Torino, e un bagno. All’interno, il rifugio si presenta alquanto confortevole e moderno. Non molti sanno che la Capanna ospita anche una biblioteca, con oltre 350 volumi e riviste, voluta espressamente per offrire un modo piacevole di trascorrere qualche ora in Capanna agli alpinisti che decidono di rimanervi o che vi sono costretti dalle condizioni meteo.

La Capanna Regina Margherita ha ottenuto nel 2002 la Certificazione UNI EN ISO 14001 che comprova il suo minimo impatto sull'ambiente circostante. Si può raggiungere dal Rifugio G.Gnifetti (Alagna Valsesia o Gressoney) e quindi per i ghiacciai del Lys fino al colle del Lys e del Grenz in circa 4 ore di cammino tutto su ghiacciaio, ma anche dal Monte Rosa Hutte (Zermatt) per il ghiacciaio del Grenz in circa 5 ore di cammino, dal Rifugio L. Resegotti per la cresta SE detta Cresta Signal. Bisogna solo fare attenzione che l’itinerario alpinistico è di notevole difficoltà, consigliato quindi solamente ai più esperti, e che richiede attrezzatura da alta montagna.

TRA I RIFUGI DEL MONTE ROSA: LE FOTO

Informazioni
Tel. rifugio: 0163 91039
Prenotazioni Rifugi Monterosa: 348 1415490
Apertura Rifugio Capanna Margherita:
Chiuso in inverno. Aperto solo il locale invernale, non gestito.
Apertura estiva: Dal 23/06 al 09/09
www.rifugimonterosa.it
Saperne di più su NATURA
Correlati per regione Piemonte
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati