Cerca nel sito
sicilia natura cascate trekking itinerari

Sicilia, la bellezza vulcanica delle Cascate dell'Oxena 

La bella cascata della Val di Catania consente di fare lunghe passeggiate e bagni rinfrescanti 

Tra le innumerevoli bellezze offerte dalla Sicilia quelle naturalistiche non fanno certamente eccezione. E non soltanto lungo la costa dove un mare limpido e cristallino invita i viaggiatori a concedersi un corroborante tuffo per rinfrescarsi dal caldo sole che bacia l'isola. E' addentrandosi nella provincia di Catania che si scopre uno dei luoghi più sorprendenti per gli amanti dei trekking e delle escursioni a tu per tu con la natura. A poca distanza dall'abitato di Militello in Val di Catania, infatti, il fiume Oxena, che scorre sugli Iblei nordorientali prendendo il nome dall'antico insediamento di Essena, compie alcuni salti spettacolari dando vita alle omonime cascate.

Con il trascorrere del tempo il corso d'acqua ha scavato una profonda gola, chiamata cava, oggi colonizzata da una vegetazione lussureggiante. Il letto del fiume è un concentrato di residui vulcanici più antichi dell'Etna risalenti ad almeno due milioni di anni fa. Non lontano da una stretta ansa, il flusso dell'acque è interrotto da un grosso blocco di lava che, per essere superato, costringe il fiume ad una serie di salti che formano queste splendide cascate. Lo spettacolo è davvero particolare e colpisce immediatamente con la vivacità di queste acque impetuose che restano abbondanti anche durante i periodi più caldi grazie alla presenza delle numerose sorgenti disseminate lungo le sponde del fiume che ne alimentano il corso.

Le cascate si offrono, dunque, come una meta perfetta per una bella passeggiata estiva durante la quale, risalendo il corso del fiume, è possibile concedersi una corroborante sosta rinfrescante immergendosi nelle numerose pozze e piscine naturali formate dalle acque dell'Oxena. La presenza di antichi basalti colonnari, le gole sinuose e la folta vegetazione, ricordano moltissimo gli scenari delle famose Gole di Alcantara. L'origine di questi paesaggi è legata all'intermittente attività vulcanica che ha caratterizzato la zona a partire dal Triassico e fino ad alcuni milioni di anni fa, le cui tracce sono ancor più visibili raggiungendo il Vallone Loddiero dove è possibile osservare la successione stratigrafica quaternaria, con la caratteristica alternanza calcareniti/prodotti vulcanici, chiusa alla base da vulcaniti subaeree e sottomarine, queste ultime con splendide formazioni di lave “a cuscino” (pillow lavas).

Leggi anche:
In Sicilia la pesca che si gusta anche in autunno
Il carciofo all'ombra dei millenari templi di Paestum
Sicilia, armonie di sapori nella Val di Mazara

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE





Saperne di più su NATURA
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100