Warning: DOMDocument::load(): Premature end of data in tag articoli line 1 in /home/ts_siti/turismo.it/httpdocs/fileadmin/script/piu_visti/most.xml, line: 2 in /home/ts_siti/turismo.it/httpdocs/fileadmin/script/piu_visti/piuvisti.php on line 18 Residenza Sveva, tra mare e storia in Molise
Cerca nel sito
Alberghi Diffusi Molise Residenza Sveva di Termoli

Residenza Sveva, tra mare e storia in Molise

L'albergo diffuso nasce nel cuore del borgo di Termoli che fu dominio di Federico II

albergo diffuso Termoli
residenzasveva.com
Residenza Sveva, camere
Un borgo medievale suggestivo che si affaccia sul mare cristallino di Termoli. Siamo nel cuore della città, a pochi passi dalle spiagge, dal porto e dai ristoranti. L'edificio principale della Residenza Sveva si trova a Piazza Duomo, tra il castello e la cattedrale.
 
La Residenza Sveva è un'esempio unico di ricettività alternativa, tesa al recupero e alla valorizzazione di abitazioni di un certo pregio nell'ambito del borgo antico di Termoli. La denominazione è un’omaggio alla dinastia Sveva, cui il borgo antico deve il suo periodo di maggior splendore e la cui presenza storica è suggellata dagli interventi di ristrutturazione e fortificazioni che Federico II di Svevia apportò nel XIII sec. al Castello, divenuto poi simbolo della città di Termoli.
 
 
La Residenza Sveva gode di una posizione privilegiata, a 100 metri dalla spiaggia, a pochi metri dall'imbarco per le Isole Tremiti. La Cattedrale, dalla facciata in pietra, è la risultante di una serie di fasi edilizie iniziate nell’alto Medioevo e terminate intorno al secolo XIII, ad opera di Alfano da Termoli. La Chiesa Cattedrale, dedicata a Santa Maria della Purificazione, si trova nel centro del Borgo Vecchio, luogo dell’insediamento urbano più antico, come testimoniano alcuni reperti archeologici risalenti all’età del bronzo, circondata da case basse in una piazza quadrata dalla quale in più punti si può godere della splendida vista del porto, del mare, e delle montagne del vicino Abruzzo (Maiella).
 
Il Castello Svevo rappresenta l’edificio difensivo più rappresentativo dell’intera costa molisana. Costruito probabilmente in epoca normanna intorno all’XI secolo, nel luogo di un preesistente torrione di epoca longobarda. Fu ristrutturato nel 1247 da Federico II, da qui l’appellativo di “Svevo”. E’ costituito da due corpi edilizi ben conservati a forma di tronco di piramide: il primo è più ampio ed agli angoli presenta torrette cilindriche che si elevano direttamente dalla cortina difensiva; il secondo corpo, una torre parallelepipeda, parte dall’apice di quest’ultimo e svetta in altezza. La porta era difesa da un ponte levatoio.
 
 
Tra le mura del centro storico di Termoli, Residenza Sveva offre camere progettate individualmente, di cui alcune con vista sul Mare Adriatico. Oltre ai mobili d’epoca che arredano le camere, l’hotel offre un’elegante sala colazioni, in cui gustare piatti dolci o salati del buffet. Nei mesi più caldi la colazione viene serviata anche in terrazza. L’obiettivo della struttura è quello di tuffarsi in un glorioso passato pur godendo di ogni moderno comfort. Inoltre, la posizione eccellente dell’hotel non solo consente di passeggiare sulle strade di ciottoli del centro storico, ma anche di raggiungere a piedi le incantevoli spiagge e i ristoranti di Termoli.
 
A fare da cornice a una vacanza tutta molisana, la cucina di Termoli che ha come elementi principali il pesce fresco, appena pescato, gli odori genuini del basilico, del sedano, dell’olio d’oliva locale, della cipolla, dell’aglio. Il termolese “verace” distingue il pesce di “battello” (piccola imbarcazione che esce al mattino presto e rientra nel primo pomeriggio) da quello del motopeschereccio (che resta in mare più giorni) dal quale, in ogni caso, cerca almeno di avere l’ultima pescata. Tra i piatti tipici, il brodetto di pesce, realizzato in modo semplice e profumatissimo; la pasta alla chitarra (spaghetti quadrati realizzati con uno strumento tipico abruzzese che ha le corde d’acciaio, come quelle di una chitarra) o linguine condite con ragù di seppie o calamari ripieni. I fesille e la pasta di casa (fatta col ferro da calza o recuperato da un vecchio ombrello) con ragù di rana pescatrice ripiena.
 
residenzasveva.com
Saperne di più su NATURA
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
I più visti
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati