Cerca nel sito
veneto natura giardini itinerari

Pojega, in Veneto il giardino nel vigneto

Nel cuore della Valpolicella Villa Rizzardi sfoggia un magnifico giardino nato in epoca settecentesca

Teatro all'aperto di Villa Rizzardi
©Associazione Dimore Storiche Italiane
Villa Rizzardi, giardino
Territorio da sempre votato alla viticoltura e alla tradizione vinicola, la Valpolicella regala anche magnifici paesaggi ed una natura ricca e rigogliosa. Ed è proprio qui, nel cuore del vigneto di Poiega, che l'architetto Luigi Trezza, nel 1783, decise di realizzare un giardino che riuscisse a coniugare i più affascinanti elementi del giardino all'italiana, scenografico e formale, con quelli del giardino paesaggistico, informale e romantico. E' così che è nato il giardino di Pojega presso Villa Rizzardi, non lontano da Negrar (VR).

In una superficie di 54.000 mq è possibile ammirare un parco magnifico strutturato su tre livelli paralleli scanditi dalle strutture architettoniche progettate dal Trezza e giunte inalterate sino ai giorni nostri. Agli elementi naturalistici, tra cui lo scenografico viale di carpini propsiciente la villa, si aggiungono pregevoli installazioni artistiche di elevato valore iconografico come le statue in pietra del Muttoni che fanno capolino dalle quinte arboree.

Di grande impatto visivo il lussureggiante teatro di verzura, ispirato ai teatri classici, con le gradinate intagliate nelle siepi di bosso, così come le nicchie dell'anfiteatro in carpino che ospitano sculture rappresentanti personaggi mitologici. Altrettanto affascinante la vista delle limonaie che, dal teatro, fanno mostra di sè attraverso il colonnato di cipressi dalle perfette potature, affacciandosi, poi, sul parterre in bosso, appena qualche gradino al di sopra del laghetto.

Ammirando il livello superiore del giardino si rimane, invece, incantati dall'aspetto romantico ed informale del bel boschetto di carpini, lecci, tassi, aceri e palme cinesi (Trachycarpus fortunei) che ospita un'insolita fauna di animali in pietra che si annidano tra gli alberi oltre i quali, improvvisamente, si staglia un incantevole tempietto circolare con una cupola di verzura creata dai carpini e riquadri aperti sul verde tra una statua e l'altra che invita a soffermarsi a contemplare la natura, l'arte e la bellezza in un cornice dal fascino unico.

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE





Saperne di più su NATURA
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100