Cerca nel sito
Parchi di Roma: Parco Savello o Giardino degli Aranci

Parco Savello, uno dei giardini più romantici della Capitale

Sull'Aventino si trova uno dei luoghi preferiti dagli innamorati: le curiosità del Giardino degli Aranci

Roma scorcio del Giardino degli Aranci
©iStockphoto
Parco Savello, conosciuto anche come Giardino degli Aranci
L’Aventino oggi è considerato il colle più elegante e silenzioso Roma. Ma i suoi trascorsi sono tutt’altro che pacifici. Basti pensare che in epoca romana, nel mese di ottobre, si celebrava qui l’annuale purificazione delle armi con tanto di sacrificio a Marte. Nel Medioevo la potente famiglia dei Savelli lo scelse per costruire una possente rocca fortificata rimasta in uso fino al Cinquecento. Ne è sopravvissuta solo la cinta muraria che si può ben vedere dal pittoresco clivo di Rocca Savella dal quale si raggiunge Parco Savello. E’ uno dei luoghi preferiti dagli innamorati che vengono qui per dichiararsi amore eterno o pronunciare il fatidico sì nella vicina chiesa di Santa Sabina.

Leggi anche: Roma, a Santa Sabina lo zampino del Diavolo

Dal Parco Savello, infatti, si ammira uno spettacolare belvedere su tutta Roma che spazia dal Tevere, ai Templi del Foro Boario, da Santa Maria in Cosmedin, fino al Gianicolo e fino all’inconfondibile e imponente sagoma della cupola di San Pietro. Esteso su quasi 8.000 mq, venne disegnato da Raffaele De Vico nel 1932 su una struttura rigidamente simmetrica, con un viale posto esattamente al centro. L’entrata principale del Giardino si trova in Piazza San Pietro d’Illiria, arricchita nel 1937 dal portale proveniente da Villa Balestra. Altri due ingressi si trovano in Via di Santa Sabina e a Clivio di Rocca Savella. Il parco è anche noto come Giardino degli Aranci sopratutto dai Romani.

Il nome si deve in omaggio all’arancio piantato da San Domenico nel 1203 nel vicino chiostro di Santa Sabina, ancora oggi visibile tramite un foro aperto nel muro del portico della chiesa dove vennero piantati solo Melangoli, le piante di arance amare. L’edificio sacro, costruito nel V secolo sulla tomba di Santa Sabina, oltre che una delle chiese paleocristiane di Roma meglio conservate, è sede della curia generalizia dell'Ordine dei Frati Predicatori. Non ha facciata perché è inglobata nell’atro e vi si accede attraverso un portale preceduto da un portico, ma l’interno incanta talmente tanto con la sua eleganza che è spesso scelto dalle coppie per i matrimoni. Ma anche altri luoghi nei dintorni di Parco Savello offrono un considerevole numero di monumenti, chiese e siti archeologici come il Roseto Comunale di Roma, il Circo Massimo, il Palatino, Piazza Bocca della Verità. 

Per ammirare il panorama dal Giardino degli Aranci scegli il binocolo giusto

Al Parco Savello puoi farti recapitare un menu o uno spuntino con un semplice click grazie a Uber Eats. Nata nel 2014 a Los Angeles e oggi disponibile in oltre 220 città in 32 paesi nel mondo, la piattaforma di food delivery di Uber consente di prenotare da app o all’indirizzo: www.ubereats.com e dà accesso ad un’ampia selezione di ristoranti.
Saperne di più su NATURA
Correlati per regione Lazio
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100