Cerca nel sito
parchi della val di cornia toscana natura itinerari livorno mare colline

Parchi della Val di Cornia: la Toscana che non ti aspetti

Un sistema di aree protette unico in Italia rende la provincia di Livorno una meta perfetta per gli amanti del trekking tra mare, colline e testimonianze archeologiche

val di cornia toscana livorno natura sentiero castello 
Courtesy of ©Parchi della Val di Cornia/Parks.it
Una veduta di Populonia
E' una Toscana ancora poco conosciuta quella della Val di Cornia. Una Toscana affascinante che stupisce per la ricchezza dei reperti archeologici e delle bellezze paesaggistiche che si fondono in questo territorio che comprende il lembo meridionale della Costa degli Etruschi e della Provincia di Livorno protraendosi fino al promontorio di Populonia e al mare, proprio di fronte all'Isola d'Elba. Alle spalle della città di Piombino si estende un'area ricca di attrazioni che incanta i visitatori con una moltitudine di testimonianze che permettono di ripercorrere la storia di questi luoghi a partire dall'epoca degli Etruschi sino ai giorni nostri. Si tratta di una realtà unica in Italia perchè comprende un insieme di ambienti naturali collinari e costieri riuniti in un sistema integrato costituito da ben 2 Parchi Archeologici, 4 Parchi Naturali, 3 musei e un Centro di Documentazione distribuiti sul territorio di cinque comuni livornesi.

Visitare i Parchi della Val di Cornia significa scoprire scenari meravigliosi a cavallo tra le colline toscane ed il mare e rivivere secoli di tradizione legati all'attività di estrazione e lavorazione dei metalli. Cominciando dall'antica città etrusca e romana di Populonia, nota sin dall'antichità per la produzione di ferro. Qui, tra le pendici del promontorio di Piombino ed il Golfo di Baratti si estende il Parco Archeologico di Baratti e Populonia che, grazie alle differenti aree di visita, permette di ricostruire l'evoluzione del paesaggio nel corso dei secoli e di ammirare un trionfo di necropoli, cave di calcarenite, ed i quartieri industriali in cui i minerali di ematite provenienti dall'Isola d'Elba venivano trasformati in lingotti di ferro.

Spostandosi alle spalle del promontorio di Piombino e raggiungendo Campiglia Marittima, il Parco Archeominerario di San Silvestro offre ai suoi visitatori 450 ettari di splendidi scenari che, attraverso diversi percorsi di visita, rivelano una moltitudine di gallerie minerarie, musei, e pittoreschi sentieri ricchi di attrazioni archeologiche, geologiche e naturalistiche, oltre ad un borgo medievale fondato circa mille anni fa da minatori e fonditori. All'interno del Parco è custodito, inoltre, l'interessante Centro di Documentazione ricavato all'interno della cinquecentesca Villa Lanzi, un edificio di due piani a ferro di cavallo con corte interna voluto da Cosimo De' Medici per ospitare i minatori di origine germanica che raggiunsero l'Italia per lavorare nelle miniere del Campigliese.

Per chi ama, invece, la natura lussureggiante e le passeggiate all'aria aperta, il Parco Naturale di Montioni regala 7.000 ettari di boschi, soprattutto di leccio, che ricoprono le colline tra Massa Marittima e Suvereto, comprese tra la valle del Cornia e del Pecora, mostrando un interessante paesaggio vegetale plasmato dall'uomo nel corso dei secoli per la produzione di carbone. Gli appassionati di trekking, turismo equestre, cicloturismo e raccolta di funghi e castagne troveranno la propria dimensione anche nel magnifico Parco Forestale di Poggio Neri, compreso nel territorio del Comune di Sassetta, con i suoi 700 ettari di foresta collinare dominata da lecci e castagni.

Ma è il mare uno degli elementi che rende il sistema dei Parchi della Val di Cornia così speciale. E proprio avvicinandosi alla costa si scoprono altre due arre protette dagli scenari unici tutti da esplorare. Si tratta del Parco Costiero della Sterpaia, costituito da una rara e preziosa foresta umida, tipica dell'antico paesaggio litoraneo della Maremma, salvata dall'urbanizzazione abusiva, che mostra magnifiche querce secolari e simpatici animali che fanno da “apripista” ad un affascinante sistema di dune costiere e, poi al mare, e del Parco Costiero di Rimigliano, un trionfo di paesaggi mediterranei affacciati sul mare che spaziano dalla macchia modellata dai venti marini che ricopre le dune, fino alla folta foresta di lecci e pini domestici dalle caratteristiche chiome ad ombrello.

Leggi anche:
Archeologia e natura: 5 itinerari di trekking in Italia
Trekking in Toscana: Corri sulla Francigena
Toscana: l'Ottava Meraviglia del Mondo è una grotta

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su NATURA
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100