Cerca nel sito
Ostuni e Fasano - Puglia

Ostuni e Fasano

Non sono rari in provincia di Brindisi, luoghi di grande interesse artistico e paesaggistico: tra questi Ostuni, il cui centro storico è dominato dalla mole della Cattedrale, la cui costruzione fu iniziata del vescovo Nicolò Arpone. Poco distante sorge l'antica Fasano.

brindisi
cortesy of © A.P.T. Brindisi
Non sono rari in provincia di Brindisi, luoghi di grande interesse artistico e paesaggistico: tra questi Ostuni, il cui centro storico è dominato dalla mole della Cattedrale, la cui costruzione si iniziò per volontà del vescovo Nicolò Arpone (1437-70). Particolare della città è lagglomerato di case minime, completamente bianche, che si dipinsero con la calce alle prime avvisaglie di peste. LOstuni sacra accoglie monumenti di notevole pregio e fattura come la Chiesa dellAnnunciata, dalla volta magnificamente affrescata, e la Chiesa dello Spirito Santo, dal portale rinascimentale. Di singolare interesse è il Museo di civiltà preclassiche della Murgia meridionale dove si trovano numerose testimonianze delle diverse fasi di popolamento del territorio durante le epoche più antiche. Chi ama la natura e le suggestioni di verdi paesaggi rimarrà sicuramente soddisfatto dai sentieri del Monte Morone, dove si snoda il cammino eremitico che porta al Santuario di SantOronzo, nelle cui vicinanze si trova linsediamento rupestre di San Biagio in Rialbo. Proseguendo verso Fasano si incontra il Dolmen, una tomba a galleria delletà del bronzo, indicato come Tavola dei Paladini. Fasano comprende nel suo territorio una vasta area collinare che ha il suo fulcro nella aelva. Sulla marina si trovano i resti dellantica città di Egnazia, ancora visitabile. Linsediamento originario risale alletà del bronzo, più recenti sono le lunghe mura che la proteggono, allinterno delle quali sono state rinvenute tombe preromane e vere e proprie necropoli messapiche (la Messapia corrisponde allattuale Salento), dove sono stati rinvenuti i tipici vasi (ceramica di Egnazia) caratterizzati da decorazioni di motivi vegetali in tinte colorate su vernice nera. Sullo stesso sito si formò in epoca successiva la colonia romana, di cui rimangono diversi resti: la basilica civile, il sacello delle divinità orientali, lanfiteatro, il foro. Di elevato interesse è sicuramente il Museo Nazionale di Egnazia (per informazioni: tel. 080/4829056) che ospita reperti storici e un\'esposizione didattica permanente sulla storia e sulla topografia dellantica città. Dal piano inferiore è possibile accedere ad un ipogeo messapico. Fasano è uno spettacolo di incomparabile bellezza: dalle colline che la circondano quando laria è tersa, si gode della splendida vista degli ulivi della marina e del centro bianco della città. E possibile visitare, inoltre, le imponenti masserie, quasi tutte fortificate e immerse nel verde degli ulivi. Alcune di esse ospitano agriturismi dove gustare ottime prelibatezze locali: orecchiette, pesce fresco, dolci di mandorle e lolio delle colline fasanesi. Per chi ama gli animali da non perdere il primo e più grande zoosafari in Italia: 120 ettari di parco, 1000 animali, divertimenti, delfinario, ristoranti, punti di ristoro e shopping. Per ulteriori informazioni Assessorato al Turismo della città di Fasano Tel. 080/9394145
Saperne di più su NATURA
Correlati per territorio
Seguici su:
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati