Cerca nel sito
Alberghi diffusi Italia Il Mandorlo di Baressa

Il Mandorlo, atmosfere sarde dell'800

Baressa: nell'area della Marmilla un albergo diffuso tra nuraghi e pinnette

albergo diffuso Baressa, Oristano
albergodiffusoilmandorlo.it
Il Mandorlo
Baressa, incantevole comune sardo in provincia di Oristano, sorge nella storica regione della Marmilla ed è famoso per la produzione delle mandorle. Il territorio fu abitato sin dall'epoca nuragica e nell'abitato sono presenti alcune testimonianze di quel periodo, come i nuraghi Molas, Monte Majore e Su Sensu. Il centro storico è ben conservato ed è caratterizzato dalle antiche case in roccia calcarea, di un color giallo tenue, e dagli antichi portali. Qui si trova anche il Parco Marrogali, affascinante angolo verde adatto agli amanti della natura. 
 
L’albergo diffuso Il Mandorlo si trova nel centro storico di Baressa. La struttura ripropone i tratti tipici dell'architettura rurale tradizionale della Sardegna, attraverso il recupero di ruderi risalenti alla fine dell'800.
Alla sede principale dell'albergo si arriva dal viale storico pedonale in ciottolato, e attraversando l'antico portale si accede alla corte interna "sa prazza" in cui si affaccia il loggiato con pergolato in legno, setti murari e colonne in pietra faccia vista. Tutte le camere sono dotate di bagno privato, gli allestimenti e i corredi sono in stile con ricercati dettagli e elementi d'arredo tipici dell'artigianato tradizionale sardo.

Leggi anche: IN SARDEGNA PER UN VIAGGIO A PEDALI (Stile.it)
 
La struttura principale dispone di ampia sala ristoro per la colazione al buffet, angolo libreria a disposizione degli ospiti e angolo bar con salottino.Gli ospiti possono inoltre usufruire dell'aree comuni della corte, del loggiato esterno al piano terra e della terrazza al primo piano per i momenti di relax, di lettura e di convivialità. Servizio di pernottamento e prima colazione e proposte di escursioni naturalistiche e archeologiche.
 
Il Mandorlo si completa con la sede dislocata della Casa Tipica, denominata Casa Cossu, dal nome della originaria famiglia che l'abitò a partire dalla seconda metà dell'800. La Casa tipica si trova lungo la via principale del Centro Storico di Baressa, in Via Roma, a circa 180 metri dalla sede principale dell'Albergo. Il fabbricato è adicente alla bellissima area storica comunale e il portale di accesso della casa affaccia proprio su Via Roma. La casa è composta da 2 camere indipendenti e 2 appartamenti; le prime due affacciano verso la corte interna e i due appartementi compongono il corpo principale dell'abitazione. Si possono ancora intravedere le robuste mura originali in pietra, la copertura in legno facciavista e l'antico pozzo. Gli ospiti della Casa Tipica vivono una vacanza in piena libertà: la formula appartamento consente l'utilizzo della cucina attrezzata.

Leggi anche: SCREENSAVER. IN BARCA, NEL MARE DI SARDEGNA (Film.it)
 
A Baressa è possibile visitare interessanti architetture religiose: la Chiesa di San Giorgio Martire e la chiesa campestre di Santa Maria de Atzeni. Nell'abitato storico è possibile visitare la Casa Museo, immobile della metà dell'Ottocento, importante in quanto rivela uno spaccato di vita agro-pastorale ormai scomparsa. La casa ospita vari ambienti, tra i quali lo spazio per gli animali, gli antichi manufatti del lavoro agricolo,le stanze da letto finemente arredate con motivi tradizionali dell'epoca, il focolare dove si riuniva l'intera famiglia e la sala che accoglieva gli ospiti, arredata con gli oggetti tradizionali. 
 
Le manifestazioni principali organizzate a Baressa sono la Sagra della Mandorla nei primi giorni di settembre, mostra mercato delle produzioni tipiche; la festa di San Giorgio Martire, patrono del paese, a fine aprile; e la Sagra di Santa Maria de Atzeni, nel primo fine settimana di agosto.
 
A pochi minuti dall'albergo si raggiunge uno degli accessi al Parco Naturalistico della Giara, un’altopiano a quota 550 s.l.m., ricco di specie arboree della macchia mediterranea e di numerose specie faunistiche, tra cui i famosi Cavallini della Giara, ultimi cavalli selvaggi in Europa; si possono, inoltre, osservare testimonianze archeologiche preistoriche e insediamenti pastorali utilizzati sino a tempi recenti, come la tipica "Pinnetta". Un modo alternativo per conoscere il Territorio è l'Escursione in Ape Calessino, con la possibilità di scegliere fra: percorsi in campagna, nei borghi storici e medioevali, nei vari punti di interesse, con pause degustazione prodotti tipici.

albergodiffusoilmandorlo.it
Saperne di più su NATURA
Correlati per regione Sardegna
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati