Cerca nel sito
isola d'Elba natura mare escursioni immersioni biodiversità

Elba: ecco perché è speciale la natura dell'isola 

Che si passeggi sulla terraferma o si esplorino gli abissi la preziosa perla dell'Arcipelago Toscano svela una moltitudine di paesaggi sempre differenti

Isola d'Elba
istockphoto.com
Isola d'Elba
Un soggiorno all'isola d'Elba stravolge ogni più classica concezione di una vacanza al mare. La più grande delle sette isole dell'Arcipelago Toscano è, infatti, un prezioso scrigno colmo di un'enorme quantità di tesori naturalistici e paesaggistici. Chi sceglie di esplorare il suo territorio (ed i suoi fondali) ed andare oltre la bellezza selvaggia delle sue spiagge tutte diverse, scoprirà un mosaico ricchissimo di ambienti differenti, ognuno caratterizzato da una flora, da una fauna e da una geologia uniche e sorprendenti. Che si scelga di camminare, o immergersi, in tutta tranquillità o che si preferisca dedicarsi ad attività più dinamiche, che spaziano dalla mountain bike, alla vela, all'equitazione, fino anche al parapendio, una cornice incantevole farà da sfondo ad ogni momento della giornata regalando scenari indimenticabili tutti da immortalare.

Ciò che rende davvero speciale quest'isola è la possibilità di spaziare in un batter d'occhio dal livello del mare ai 1.000 metri di altitudine della vetta del Monte Capanne potendosi, dunque, imbattere in una moltitudine di paesaggi differenti. Passeggiando lungo la fitta rete di sentieri naturalistici e panoramici che attraversano l'isola, ci si potrà lasciare inebriare dal profumo delle essenze della macchia mediterranea che permea l'atmosfera e si potranno scoprire vere e proprie unicità geologiche. L'Elba, infatti, è famosa per l'incredibile varietà di minerali presenti sul territorio oltre che per le numerose cavità che fanno la gioia degli speleologi.

Sono più di 100 le qualità di minerali ad oggi rinvenute sull'isola e per chi desidera lasciarsi conquistare dal suo ammaliante “cuore di pietra”, il promontorio del Calamita sfoggia rocce risalenti all'era paleozoica che si alternano ai più recenti calcari. Intraprendendo un itinerario lungo la candida strada che si dipana dall'abitato di Capoliveri, si giunge al cuore delle miniere le cui rocce, ricche di magnetite, fanno schizzare gli aghi delle bussole. Nelle ex miniere di Rio Marina, invece, si può salire a bordo del trenino ed ammirare le cave abbandonate oppure soffermarsi a cogliere bellissimi campioni di pirite dalle sfumature dorate, o di ematite dalle tonalità argentee. Sulla parte opposta dell'isola è il granito a dominare il paesaggio e, per scoprirne le formazioni più suggestive e particolari, l'appuntamento è lungo il sentiero per i Mostri di Pietra.

Ma non bisogna dimenticare che il protagonista incontrastato degli scenari elbani è e sarà sempre il mare incredibilmente limpido che lambisce una costa sorprendentemente variegata, lungo la quale si alternano estesi arenili di sabbia dorata oppure nera, pittoresche calette di sassolini e impervie scogliere di granito, per un totale di 190 spiagge distribuite su un litorale di 147 chilometri. L'isola, inoltre, con la sua posizione strategica tra la Corsica e l'Italia peninsulare, rappresenta uno dei vertici dell'ideale poligono che delimita il Santuario dei Cetacei insieme alla Liguria, alla Sardegna e alla costa meridionale della Francia. Per questo gli avvistamenti di delfini sono praticamente all'ordine del giorno e non è raro imbattersi, persino, nelle balene che si spingono sino alla rada di Portoferraio.

Agli scenari incantevoli della terraferma si accompagnano, dunque, anche quelli sottomarini che rendono l'isola un vero paradiso per gli amanti dello snorkeling e del diving. Tra secche e frenate, tra grotte sommerse e pareti rocciose che sprofondano negli abissi, si scoprono paesaggi unici popolati da una miriade di forme di vita differenti. Esplorando i fondali della zona di Portoferraio, regno di cernie, saraghi, corvine, ricciole e barracuda, si rimane incantati, e ancor di più se si raggiunge il vicino Scoglietto, compreso nell'area di tutela biologica Le Ghiaie – Scoglietto – Capo Bianco, dove tra le suggestive praterie di posidonia si aggira una moltitudine di pesci (che è vietato pescare) e si annida una ricca fauna di invertebrati.

Spostandosi tra le diverse zone dell'isola si scoprono forme e colori sempre diversi, che spaziano dalle rosse distese di gorgonia, al corallo nero, sino alle madrepore arancioni e, caso unico nella zona settentrionale del mediterraneo, il raro corallo rosso. Tra le sfumature di questa incantevole tavolozza, si aggirano affascinanti creature tra cui murene, spigole, occhiate, stelle marine e pesci luna. Per ammirare queste meraviglie della natura, l'appuntamento è tra i più apprezzati siti per le immersioni fra i quali meritano certamente un visita, oltre naturalmente allo Scoglietto, anche le grotte della secca di Capo Fonza, con le coralline e il faraglione della Corbella regno di polpi, scorfani e granchi, Punta Fetovaia, gli Scogli dei Gemini, Focacciola, Punta Cannelle, i Picchi di Pablo e Capo Calvo e ancora, a nord dell'isola, la costa rocciosa da Cotoncello a Marciana Marina, ricca di pittoreschi anfratti e fondali pescosi. Spostandosi verso il capo, infine, l'appuntamento è tra le piscine naturali di Sant'Andrea e le Formiche di Zanca e sugli splendidi scogli dell'Ogliera.

Leggi anche:
Isola d'Elba sempre più vicina
Vacanze yoga all'isola d'Elba
Toscana blu: Elba e dintorni
Elba. Isola di Venere

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE


Saperne di più su NATURA
Correlati per distretto Arcipelago Toscano
  • Sovana e il suo tesoro
    ©iStockphoto

    Sovana e il suo tesoro

    Il borgo in provincia di Grosseto tra storia e leggenda, cosa sapere sul paese natale di Papa Gregorio VII
  • La Toscana che profuma di olio
    istockphoto.com

    La Toscana che profuma di olio

    L'olio Toscano IGP è un'eccellenza che vanta una tradizione secolare ed un gusto inconfondibile
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati