Cerca nel sito
egadi sicilia natura iniziative eventi itinerari naturalistici

Egadi, un'opera artistica ingabbia i rifiuti inquinanti

Pablo Dilet ha realizzato un'installazione con la plastica raccolta dal mare

Egadi, favignana, mare sicilia, sicilia, barche<br>
Thinkstock
Il bellissimo mare di Favignana
Ha iniziato a prendere forma due mesi fa l'ambizioso progetto dell'artista Pablo Dilet promosso dall'Area Marina Protetta delle Isole Egadi e dal Comune di Favignana. Il bellissimo arcipelago siciliano, infatti, come tanti altri paradisi marini del nostro pianeta, non è immune al crescente problema della plastica che inquina le acque e mette in pericolo i loro abitanti ed il loro ecosistema. Tappi, bottiglie e rifiuti di ogni genere insidiano la bellezza e la purezza dei mari di ogni parte del mondo e Pablo Dilet ha voluto utilizzarli per realizzare un'opera che allo stesso tempo fosse un simbolo ed un monito. Un messaggio che invita a riflettere sull'assoluta necessità di salvaguardare i nostri mari con comportamenti virtuosi e ricordare quanto siano preziosi per la salute del nostro pianeta.

Il progetto, che non a caso ha preso il nome di PLASTIC è articolato in due fasi distinte. La prima, che ha preso il via lo scorso mese di maggio si è svolta tra le acque dell'arcipelago dalle quali, nel corso di più uscite, grazie al contributo di oltre cento bambini, sono stati rimossi quanti più rifiuti in plastica è stato possibile rinvenire. Nel corso delle operazioni di raccolta lo speciale team di Pablo Dilet ha soccorso una tartaruga che non riusciva più a nuotare a causa dell'ingestione proprio di un tappo di plastica. E' stata chiamata Cassiopea ed è diventata uno dei simboli del progetto. Ora la tartaruga ha ripreso la via del mare e i rifiuti raccolti si sono trasformati in una vera e propria opera d'arte che farà il giro dell'arcipelago facendo riflettere chiunque si troverà ad osservarla.

Per creare questa speciale installazione, l'artista ha realizzato delle gabbie in metallo a forma di lettere che costituiscono la parola "PLASTIC", al loro interno ha rinchiuso tutti i rifiuti raccolti durante le uscite con i bambini. Il tappo che aveva ingerito Cassiopea è stato inserito nella gabbia centrale dell'installazione, quella con la lettera "S". E' così che Dilet ha simbolicamente e materialmente ingabbiato la plastica che inquina i nostri i mari fornendo un profondo spunto di riflessione su come ognuno può aiutare l'ambiente. L'installazione è stata inaugurata il 15 luglio sull'isola di Favignana, ma nel corso dell'estate farà il tour dell'arcipelago portando in tutta l'area protetta un messaggio ecologico da non dimenticare. In particolare il 13 agosto l'installazione PLASTIC sbarcherà a Marettimo, per poi raggiungere, il 20 agosto, l'isola di Levanzo con il suo speciale tour che invita proprio tutti ad assumere comportamenti virtuosi che possano rendere i nostri mari ancora più belli, più puri e più sicuri sia per gli esseri umani che per le splendide creature che li popolano.

Leggi anche:
Sicilia: 5 itinerari seguendo l'arte più bella dell'isola
Weekend in Sicilia: itinerario in 5 tappe tra i sapori dell'isola

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su NATURA
Correlati per distretto Isole Egadi
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati