Cerca nel sito
Delta del Po a tutta natura

Delta del Po. Fascino lagunare

Ecoturismo a 360 gradi in uno dei santuari italiani del birdwatching, il Parco del Delta del Po. Itinerari per l'avvistamento di oltre 300 specie di volatili si snodano lungo le amene Valli di Comacchio e nei luoghi cari agli Estensi dove l'acqua è la protagonista assoluta.

Po Delta Birdwatching
L’acqua è il  comune denominatore del Parco del Delta del Po, costituito nel 1988 a cavallo fra le province di Ferrara e Ravenna, dichiarato Patrimonio Mondiale dell’Unesco per i suoi splendidi ambienti naturali. E’ un viaggioattraverso una fauna e flora uniche quello che si snoda sulla strada Romea, che da Ravenna porta fino a Venezia e attraversa Comacchio, Argenta, Ostellato, Goro, Mesola, Codigoro, Ravenna, Alfonsine, Cervia, i nove comuni fondatori del Parco.

Sono tanti i modi per scoprire il delta del Po, lungo strade panoramiche, da percorrere a piedi, in bicicletta, oppure in barca con un’escursione in motonave, alla scoperta del ricco patrimonio culturale, artistico e, ovviamente, naturale. Questo è il regno del turismo naturalistico, e in particolare del birdwatching, attività dell'avvistamento degli uccelli. Da queste parti si trovano oltre 300 specie fra nidificanti e svernanti che abitano nel Parco e che si possono ammirare dalle numerose torrette di avvistamento e capanni sparse sul territorio.

Comacchio
, che conserva intatta la caratteristica di città lagunare, con le acque che la percorrono in lungo e in largo ricordando che un tempo si poteva raggiungere solo navigando, dedica proprio a questo tipo di turismo uno dei più prestigiosi appuntamenti europei in tema di volatili, l’International Po Delta Birdwatching una quattro giorni per conoscere e vivere la natura facendo birdwatching. La manifestazione, in programma quest'anno dal 28 aprile fino al 1 maggio, è ospitata in un territorio che, grazie alla sua vasta offerta, convoglia appassionati da tutto il mondo e prevede una serie di appuntamenti dedicati, oltre all’osservazione, alla fotografia, all’offerta turistica, e alla scoperta del territorio in bicicletta, a cavallo o con il camper.

Gli itinerari da percorrere sono numerosi: uno di questi è quello che porta alle Vallette di Ostellato, un complesso di boschi e paludi d’acqua dolce, lungo 15chilometri che conduce alla valle Zagno dove è possibile vedere le cicogne bianche, le nidificazioni di pendolino, svasso maggiore e airone cenerino, numerose specie di anatre e limicoli e cavalieri d’Italia. Un tuffo nella civiltà della palude è quello che si fa nelle valli di Comacchio, “stazione” centrale del Parco del Delta del Po dell’Emilia Romagna, con oltre 13mila ettari di specchi d’acqua che sono il regno di gabbiani e sterne, con ben 9 specie che vi nidificano regolarmente, e molte altre, rarissime, che hanno eletto il comprensorio lagunare quale habitat ideale per riprodursi o svernare.

Per osservare l’unica colonia italiana di spatole, oltre a numerose specie di anatre, gabbiani e sterne, si devono percorrere i 9 chilometri che dalla stazione da pesca Foce porta alla Salina di Comacchio, a Valle di Fossa Porto e Valle Zavelea dove nidifica il falco e la rarissima pernice di mare. Un altro itinerario conduce nella parte meridionale dell’area, nella Valle Furlana, da Boscoforte a Volta Scirocco. Fenicottero, spatola, airone rosso, gru, volpoca, sterna maggiore, falco pescatore, aquila anatraia maggiore, sono alcune delle rarità che è possibile osservare in questo affascinante itinerario.

Link utili
Fiera Internazionale del Birdwatching e del Turismo Naturalistico
28 aprile-1 maggio 2006
www.podeltabirdfair.it
Parco del Delta del Po
www.parcodeltapo.it
Saperne di più su NATURA
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100