Cerca nel sito
Dalle Valli di Comacchio a Torrechiara

Dalle Valli di Comacchio a Torrechiara

L'area ferrarese che si estende sino al Delta del Po è una terra tutta da scoprire, dove la natura offre esperienze visive di rara suggestione, come i dipinti di Marina Marchetti dimostrano pienamente.

Emilia Romagna
©courtesy of Galleria Europart
L\'area ferrarese che si estende sino al Delta del Po è una terra tutta da scoprire, dove la natura offre esperienze visive di rara suggestione. Non è difficile trovare in questi luoghi ispirazione artistica, come i dipinti di Marina Marchetti dimostrano pienamente. Antichi insediamenti lagunari alternati a pescose valli, fanno di questo itinerario un percorso di grande interesse, che ha in Ferrara, splendida città darte, la sua degna meta finale. Limpronta rinascimentale della città estense traspare vagamente dallacquarello di Marina Marchetti La casa del boia (Sulle mura di Ferrara) dove limmagine sfocata, inequivocabilmente immersa nel verde, avvolge la casa in una dimensione vagamente surrealista e visionaria. Le Valli di Comacchio rappresentano uno dei più importanti complessi lagunari esistenti in Italia. La presenza di acqua salmastra dalla salinità molto accentuata e della tipica vegetazione di piante alofite, rendono il paesaggio naturalistico delle valli unico e particolare. Questo mondo di acque, sospeso in una dimensione senza tempo tra casoni, tabarre, caverne e barche di pescatori, merita di essere visitato e contemplato. Marina Marchetti lo ha dipinto in due momenti diversi ma ugualmente suggestivi: al tramonto e al chiarore del giorno. I giochi di luce sullacqua densa sono il tratto più spettacolare delle valli che sembrano mutare colore in ogni momento della giornata. È possibile effettuare escursioni alle valli seguendo diversi tipi di itinerari: lungo sentieri attrezzati, per via valliva, marittimo-fluviale o in bicicletta, noleggiando il mezzo (per informazioni 0533/32 89 04 32 89 30). Lacqua è anche lelemento che compare maggiormente nei dipinti di Carmelo Fusolini, Un poeta perso nella natura. Che sia di lago, di fiume o sgorgante da una fontana, essa attraversa il paesaggio sempre traboccante di una rigogliosa vegetazione. E il verde dellAppennino romagnolo, delle sue foreste incantate, dei suoi scenari selvaggi, delle colline e delle antiche ville fascinose. E anche il verde che circonda il Castello di Torre Chiara, ritratto da Fusolini in olio su tela. Costruito nel XV secolo, la monumentale costruzione è uno degli esempi più affascinanti di architettura castellana quattrocentesca, tra i più significativi e meglio conservati della regione. Si trova nel Comune di Langhirano, circa 18 km a sud di Parma, e appartiene al Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Con le sue mura merlate e le sue quattro torri è perfettamente inserito nel dolce paesaggio collinare, circondato da vigneti e praticamente immutato da cinque secoli. Straordinarie le decorazioni affrescate nelle sale interne tra cui spiccano la Camera dei Giocolieri del cremonese Cesare Baglione e la \"Camera d\'oro\" capolavoro di Benedetto Bembo, del 1464 circa. Per eventuali visite guidate: tel. 0521/85 34 51 (Guide Locali Associate)
Saperne di più su NATURA
Correlati per regione
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati