Cerca nel sito
boschi del giovetto di palline lombardia alpi itinerari formica rufa

Boschi del Giovetto: sulle Orobie, il regno delle formiche

Lo splendido Sito di Interesse Comunitario vanta scenari e ambienti differenti e affascinanti che ospitano numerose popolazioni di formica rufa

formicaio bosco montagna alpi boschi del giovato di palline
Courtesy of ©RR Boschi del Giovetto Palline/Parks.it
Formicai nei Boschi del Giovetto di Palline
Adagiata sull'estremo lembo orientale delle Alpi Orobie la Riserva Naturale Boschi del Giovetto di Palline si estende a cavallo delle province di Bergamo e Brescia in un territorio dagli scenari incontaminati compreso tra i comuni di Azzone, in Valle di Scalve, e Borno, in Valle Camonica. In oltre 670 ettari di superficie, si susseguono preziosi ambienti naturali tra i quali spiccano i rigogliosi boschi classificati come Sito di Importanza Comunitaria a partire dal 2003 e come Zona di Protezione Speciale a partire dal 2004 ed inseriti tra i siti della regione biogeografica "Alpina". Questi splendidi boschi di conifere occupano quasi 600 ettari del territorio dell'area protetta e custodiscono interessanti realtà botaniche e faunistiche.

L'86% del sito è costituito da boschi d'alto fusto di conifere tra i quali spesso si incastonano prati e pascoli, a testimonianza dell'attività alpestre un tempo diffusa sul territorio. Ai folti boschi di abete rosso si alternano quelli di abete bianco o faggio sui versanti più ombrosi, o quelli di larice alle quote più elevate. Al suo interno il sito annoverano, inoltre, 3 habitat di interesse comunitario classificati come Formazioni erbose secche seminaturali e facies coperte da cespugli su substrato calcareo (Festuco-Brometalia) (stupenda fioritura di orchidee), Praterie montane da fieno (Triseto -Polygonion), e Foreste illiriche di Fagus sylvatica (Aremonio-Fagion).

Il vero simbolo dei Boschi del Giovetto di Palline e dell'intera Riserva Naturale è, però, la formica rufa, una specie di formiche tipiche di questa zona che annovera anche la formica lugubris. Ciò che caratterizza questo insetto, così come le altre specie di insetti sociali, è la complessa suddivisione in caste dai ruoli ben differenziati. Le operaie sono femmine sterili dal corpo slanciato, dorso color ruggine, addome e testa nera. Sono prive di ali e si occupano dei compiti più disparati, dagli approvvigionamenti, alla cura della prole, sino alla difesa. Le regine sono, invece, femmine feconde, sono più grandi e dotate di ali che perdono dopo il volo nuziale per poi cominciare una lunga esistenza dedicata alla deposizione delle uova. Una volta fecondate, cercano sistemazione nel nido di origine o in un altro della stessa specie oppure fondano un nuovo formicaio dove crescono da sole la prima nidiata. I maschi, infine, sono più piccoli delle femmine ed alati, accompagnano le regine durante il volo nuziale per poi perdere la vita entro pochi giorni.

Passeggiando per i boschi non è raro imbattersi nei caratteristici nidi realizzati dalle formiche rufa che si distinguono per la particolare forma a cupola, perfetta per captare e trattenere il calore e per proteggersi dalle piogge. Sono molto grandi: vantano, infatti, un diametro di circa 1,20 metri ed un'altezza 60 centimetri e possono ospitare da 200.000 a 500.000 mila formiche ma, talvolta, possono arrivare a misurare fino 2 metri di altezza e diversi metri di diametro, potendo accogliere una popolazione di circa un milione di individui. La loro profondità è, generalmente, pari all'altezza della cupola e, solitamente, inglobano una ceppaia marcescente o una radice morta. Al loro interno si svolgono tutte le attività sociali e la particolare suddivisione interna in camere intercomunicanti permette di creare gli ambienti ideali per ogni funzione.

Leggi anche:
5 Parchi italiani per escursioni tra natura e storia
Non i soliti parchi: 5 aree verdi con sorprese artistiche
5 itinerari a caccia di misteri, storie e leggende

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU' BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE



Saperne di più su NATURA
Correlati per regione
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati