Cerca nel sito
palazzo di varignana bologna natura itinerari

Bologna, a spasso nel Giardino del Palazzo di Varignana

Un luogo ricco di specie arbustive, arboree e floristiche di grande fascino

palazzo di varignana
Courtesy of ©facebook.com/PalazzoDiVarignanaResortSpa
Palazzo di Varignana
Sono passati 3 anni da quando il Palazzo di Varignana, alle porte di Bologna, ha ampliato i propri possedimenti acquisendo il giardino progettato dal paesaggista Antonio Perazzi. L'acquisizione ha contribuito a conferire fascino e prestigio al parco della tenuta che oggi si presenta come una interessante fusione di campagna, natura ed elementi formali. Il risultato è il frutto del lavoro dell'abile paesaggista che, dal nulla, ha creato un giardino ricco di suggestioni fatto di muretti, terrazze, fontante, scale ed un piscina. Non è un caso, dunque, che questo interessante spazio verde sia entrato a far parte del circuito dei Grandi Giardini Italiani.

Uno degli elementi che rende particolarmente affascinante il giardino che si estende per tre ettari tutto attorno a quella che, un tempo, era la casa padronale, è la magnifica collezione di querce realizzata da Perazzi che conta ben 100 esemplari di 76 specie diverse, costituendo uno dei patrimoni arborei più importanti d'Italia. La prima parte della passeggiata si snoda attaverso il Giardino formale in un affascinante susseguirsi di stanze tematiche geometriche che si aprono l'una dentro l'altra separate da eleganti siepi di ginko biloba, carpini, e filari alberati di acero tra i quali fanno capolino cespugli di rose, graminacee, ciliegi ornamentali e cornioli.

Esplorando il giardino si scoprono scorci incantevoli, come quelli offerti dal passaggio sotto al pergolato di meli ornamentali e rose e attraverso il labirinto vegetale progettato da Carlo Ricci nel 2015 per unire il Giardino con il parco di 20 ettari già esistente. Il dedalo si mostra nel suo affascinante sovrapporsi tra le siepi di ilatro e il rigoglioso frutteto già presente. Alle numerose essenze erbacee, si affiancano specie arboree e arbustive mediterranee, oltre ad incantevoli fioriture di ginestre e cespugli di osmanto. In epoca recente, infine, il parco privato del Palazzo si è arricchito di ulteriori attrattive attraverso la piantumazione di cinque esemplari secolari di Olea Europea provenienti dall'Italia meridionale.

Leggi anche:
Cipolle di Medicina: elisir bolognese
Bologna: mortadella da intenditori
La Primura: patata di Bologna DOP

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su NATURA
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati