Cerca nel sito
Oli Dop Italia Umbria Dop

Umbria: dagli Etruschi con un primato

E' l'unica regione dell'Italia che vanta una produzione Dop di olio extravergine in tutto il territorio

umbria,fattoria,campagna
Thinkstock
Fattoria in Umbria
Sono poche le terre come l’Umbria in cui si concentrano le migliori espressioni culturali del passato e del presente nel massimo rispetto di una natura che presenta numerosi tesori. E’ l’unica regione italiana che vanta una produzione di olio extravergine DOP in tutto il territorio.

LA TRADIZIONE. Sono antichissime le origini dell’olivo in Umbria: tra i primi a curarlo furono gli etruschi e al tempo dei romani l’olio umbro era considerato tra i migliori anche a Roma. L’importanza della coltura dell’olivo in quest’epoca è anche documentata da numerosi reperti archeologici come resti di contenitori e frantoi. Dopo le invasioni barbariche bisogna aspettare il Quattrocento per avere nuovamente un crescente sviluppo della produzione e nei secoli successivi si è constato un certo interesse per la coltivazione, che giunge il suo massimo aumento nell’Ottocento, grazie soprattutto a misure di incentivazione messe in atto dallo Stato Pontificio.

LA DENOMINAZIONE. L’Umbria è l’unica regione italiana ad aver ottenuto il marchio DOP per l’intera produzione. La denominazione Olio Extravergine d’Oliva Umbria DOP comprende cinque menzioni geografiche: Colli Amerini, Colli Assisi-Spoleto, Colli Martani, Colli Orvietani e Colli del Trasimeno. Per ottenere la denominazione DOP UMBRIA le olive devono essere esclusivamente umbre, cosi come la trasformazione dell’olio deve avvenire esclusivamente in un frantoio del territorio umbro e l’imbottigliamento in un’azienda umbra.

LE CARATTERISTICHE. L’Olio Colli Amerini è prodotto con almeno il 15% di olive Moraiolo, cui si uniscono olive delle varietà Rajo, Leccino e Frantoio, utilizzate da sole o congiuntamente; il Colli Assisi-Spoleto si ottiene principalmente dalla varietà di olive Moraiolo, che deve essere presente almeno per il 60%, completata da Leccino e Frantoio, da sole o insieme; il Colli Martani nasce per il 20% da olive Moraiolo, oltre che dalle cultivar San Felice, Leccino e Frantoio; il Colli Orvietani si ottiene da un minimo del 15% di olive Moraiolo e Dolce Agocia, completate da olive Frantoio e Leccino; il Colli del Trasimeno presenta varietà Moraiolo e Dolce Agocia per almeno il 15%, oltre a Leccino e Frantoio, da sole o congiunte. L’olio si presenta con un colore compreso tra il verde e il giallo; il profumo ricorda oliva fresca, erbacei e vegetali, con intensità differente a seconda della sottozona di produzione; il sapore è fruttato con note amare e piccanti, di intensità che varia a seconda dell’area produttiva.

IL TERRITORIO. Per quanto riguarda le sottosezioni nello specifico abbiamo il Dop Colli del Trasimeno che si produce nei comuni di: Perugia, Piegaro, Paciano, Panicale, Castiglione del Lago, Magione, Tuoro sul Trasimeno, Passignano sul Trasimeno, Lisciano Niccone, Umbertide, Città di Castello, Monte Santa Maria Tiberina, Corciano, Citerna, San Giustino, Montone, Pietralunga. Il Colli Orvietani nei comuni di: Montecchio, Baschi, Orvieto, Porano, Castel Giorgio, Castel Viscardo, Allerona, Ficulle, Parrano, San Venanzo, Monteleone d’Orvieto, Fabro, Montegabbione, Montecastello di Vibio, Fratta Todina, Marsciano, Città della Pieve. Il Colli Amerini nei comuni di Calvi, Otricoli, Narni, Amelia, Penna in Teverina, Giove, Attigliano, Lugnano in Teverina, Alviano, Guardea, San Gemini, Montecastrilli, Avigliano. Il Dop Colli Assisi- Spoleto si produce nei comuni di: Gubbio, Scheggia e Pascelupo, Costacciaro, Sigillo, Fossato di Vico, Gualdo Tadino, Valfabbrica, Assisi, Spello, Valtopina, Foligno, Trevi, Sellano, Campello sul Clitunno, Spoleto (la parte ad est della s.s. n. 3 Flaminia), Scheggino, Sant'Anatolia di Narco, Vallo di Nera, Cerreto di Spoleto, Preci, Norcia, Cascia, Poggiodomo, Monteleone, Montefranco, Arrone, Polino, Ferentillo, Terni, Stroncone. Il Dop Colli Martani nei comuni di: Acquasparta, Spoleto (la parte ad ovest della s.s. n. 3 Flaminia), Massa Martana, Todi, Castel Ritaldi, Giano dell’Umbria, Montefalco, Gualdo Cattaneo, Collazzone, Bevagna, Cannara, Bettona, Deruta, Torgiano, Bastia Umbra.

LA PRODUZIONE. Per l'Umbria Dop Colli Assisi-Spoleto la produzione non può superare i 5.000 kg per ettaro, per il Dop Colli Martani i 5.500 kg e per il Dop Colli Amerini, Colli del Trasimeno e Colli Orvietani i 6.500 kg per ettaro.

LA CULTURA. Le Strade dei Sapori in Umbria sono legate alle principali colture e ai prodotti che connotano il loro territorio e ne costituiscono i suoi più quotati indicatori di qualità enogastronomica. Si distinguono quindi la Strada dei Vini del Cantico, la Strada Vini Colli del Trasimeno, la Strada dei Vino Etrusco Romana, la Strada del Sagrantino e la Strada dell’Olio DOP Umbria.

LA CUCINA. Il Dop Colli Trasimeno si abbina con carpaccio di pesce di lago, pesci nobili arrosto e passati di verdure. Il Dop Colli Orvietani è eccellente su insalate di funghi porcini, zuppe di verdure e formaggi di media stagionatura. Il Dop Colli Amerini è perfetto con pesce di lago, verdure bollite e carni bianche alla griglia, il Dop Colli Assisi- Spoleto con carpacci di carne, legumi bolliti, zuppe di verdure mentre il Dop Colli Martani è buonissimo con bruschette, insalate e formaggi a pasta dura.

UMBRIA E DINTORNI: LE FOTO

Leggi anche:
Trentino, il miglior fruttato del mondo
Saperne di più su LE VIE DELL'OLIO
Correlati per regione Umbria
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100