Cerca nel sito
Italia Oli Dop Sicilia Valli Trapanesi

Sicilia, a tavola con i Borboni

Dalle Valli Trapanesi ecco un olio dal sapore particolarmente intenso, condimento ideale a crudo

Oliveto nella Valle Trapanese
©olioextrav.com
LE VIE DELL’OLIO SU TURISMO.IT

Il paesaggio locale intorno alla provincia di Trapani è caratterizzato dall’olivo: qui infatti arrivò già ai tempi dei Fenici e dei Greci, e dopo secoli di alternate vicende produce oggi un olio dal sapore particolarmente intenso ideale sui cibi crudi, il Dop Valli Trapanesi.

LA TRADIZIONE. In questa parte della Sicilia, dopo l’arrivo ad opera di Fenici e Greci, l’olivo si è diffuso maggiormente con Arabi e Spagnoli, diventando un prodotto rinomato per il suo valore nutrizionale. Ancora oggi nelle Valli Trapanesi si possono ammirare molti degli oliveti impiantati dagli Spagnoli, che hanno assunto un valore storico e a volte monumentale. Nell’Ottocento, con la dominazione dei Borboni, la coltivazione di olio raggiunge un grande sviluppo.

LA DENOMINAZIONE. Dop dal 1998, il Valli Trapanesi ha acquisito il suo nome dal territorio in cui viene prodotto.

LE CARATTERISTICHE. Fruttato intenso, è un olio ricco di profumi, eleganza ed equilibrio, leggermente amaro e piccante. Si distingue per il colore verde intenso con decisi riflessi giallo dorati, l’odore fruttato di media intensità, armonico ed elegante, dotato di ricchi sentori di pomodoro di media maturità e spiccate note balsamiche. Il gusto è fruttato di media intensità: ampio e complesso, è caratterizzato da eleganti note di pomodoro acerbo e spiccati toni di erbe officinali. Amaro e piccante risultano equilibrati e ben distribuiti. L’olio extravergine di oliva Valli Trapanesi è ottenuto da olive delle varietà Nocellara del Belice e Cerasuola in  misura non inferiore all’80%, eventualmente completate da Ogliarola e Biancolella in misura non superiore del 20%. La raccolta inizia in autunno e non deve protrarsi entro il 30 dicembre di ogni campagna oleicola. Entro due giorni dalla raccolta le olive sono frante con metodi meccanici e fisici tali da conservare il sapore originario dell’oliva.

IL TERRITORIO. Le olive devono essere prodotte, nell’ambito della provincia di Trapani, in quella zona che comprende l’intero territorio amministrativo dei comuni: Alcamo, Buseto Palizzolo, Calatafimi, Castellammare del Golfo, Custonaci, Erice, Gibellina, Marsala, Mazara del Vallo, Paceco, Petrosino, Poggioreale, Salemi, San Vito Lo Capo, Trapani, Valderice, Vita. Qui gli altri prodotti tipici sono l’aglio rosso di Nubia, i capperi di Pantelleria, il sale, i dolci fatti soprattutto a base di ricotta e pasta di mandorle, i formaggi e il vino.

LA PRODUZIONE. La produzione massima di olive/Ha non può superare kg. 8.000 per ettaro negli oliveti specializzati. Anche in annate eccezionalmente favorevoli la produzione globale non può superare di oltre il 20% il limite massimo. Viene commercializzato da aziende, tenute e fattorie il cui nome può comparire sull’etichetta solo se il prodotto è stato ottenuto esclusivamente con olive raccolte negli oliveti facenti parte dell'azienda e se l'oleificazione e il confezionamento sono avvenuti nell'azienda medesima. I recipienti in cui è confezionato l’olio di oliva extravergine a denominazione di origine controllata "Valli Trapanesi" ai fini dell’immissione al consumo devono essere in vetro o in banda stagnata di capacità non superiore ai 5 litri.

LA CULTURA. Trapani si presenta agli occhi del visitatore come una città dal disegno elegante, dalla caratteristica forma di falce e dalle architetture barocche in pietra chiara, dalla forte impronta araba. Ricca di importanti monumenti, di chiese e palazzi che testimoniano una storia importante, si allunga e ridosso del mare e termina con due punte occupate rispettivamente dalla Torre di Ligny e da un lazzaretto, oggi sede della sezione locale della Lega Navale Italiana. Nel centro storico si trova il porto, cuore pulsante della città.

LA CUCINA. Grazie al sapore particolarmente intenso, il Dop Valli Trapanesi risulta essere un valido condimento a crudo di verdure e insalate, di pesce, carne e minestre rustiche, verdure lesse, minestre di legumi. In cottura esalta il sapore delle salse di pomodoro, delle carni e dei pesci alla brace.

ALTRE DOP IN SICILIA:
MONTE ETNA
MONTI IBLEI
VAL DI MAZARA
VALDEMONE
VALLE DEL BELICE

Leggi anche:
Veneto: l’oro giallo dei Colli Euganei e Berici 

Saperne di più su LE VIE DELL'OLIO
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100