Cerca nel sito
Italia Oli Dop Calabria Lametia Dop

Calabria: il fruttato primo in classifica

Ecco un prodotto Dop che racchiude in se tutti i profumi e gli aromi della Calabria, vanto della regione in quanto tra i migliori del mondo

Lamezia,mare,calabria
Wikimedia Commons
Lamezia - Veduta del Golfo di Sant'Eufemia
LE VIE DELL’OLIO SU TURISMO.IT

E’ stato valutato come uno dei migliori oli extravergine italiani e del mondo e rappresenta circa il 7% della produzione nazionale di olio d’oliva Dop. Considerando le sue caratteristiche organolettiche di bassa acidità ed alto contenuto di vitamine D ed E vanta un alto posto in classifica come olio tra i più pregiati in Italia: questo è il Lametia Dop.

LA TRADIZIONE. La coltivazione dell’olivo in Calabria ha origini antiche ed è collegata con la presenza dei Greci, anche se si deve ai Romani il periodo di sua massima diffusione. In epoca moderna c’è stato un notevole incremento della produzione di olio, soprattutto a partire dagli anni Sessanta del secolo scorso, tanto da diventare una delle attività economiche più importanti per il settore agricolo locale.

LA DENOMINAZIONE. Ha ottenuto il riconoscimento Dop dall'Unione Europea nel 1999. Con  la denominazione Lametia ci si riferisce all’area geografica chiamata Laconia, che faceva parte della Magna Grecia.

LE CARATTERISTICHE. Si tratta di un prodotto a bassa acidità ottenuto dalla spremitura di olive appartenenti alla cultivar Carolea presenti in misura non inferiore al 90%, eventualmente completate da altre varietà di olive coltivate localmente. La raccolta deve avvenire entro il 15 gennaio, con le olive che vengono portate nei frantoi dove sono lavate e molite entro dodici ore dal momento della raccolta. La molitura avviene in un regime di temperatura per mantenere integre le caratteristiche originarie dei frutti. Seguono le fasi di decantazione e di filtraggio, procedimenti necessari al fine di rendere più limpido l’olio; infine si procede con l’imbottigliamento. All’atto del consumo l’Olio Extravergine di Oliva Lametia DOP si presenta di colore verde o giallo; il suo profumo è fruttato, con ricordi di olive fresche e di ortaggi di campo, cosi come il sapore.

IL TERRITORIO. Viene prodotto solo nei comuni adiacenti la Piana di Sant'Eufemia nella provincia di Catanzaro, tra cui i comuni di Curinga, Maida, San Pietro a Maida, Gizzeria, Filadelfia, Feroleto Antico, Pianopoli e Lamezia Terme. La piana si trova al centro della costa tirrenica, di fronte all'omonimo golfo ed è famosa, oltre per la produzione dell'olio, anche per altre colture diffuse come la vite, la fragola, la barbabietola da zucchero, il grano, il granturco ed altri prodotti pregiati.

LA PRODUZIONE. Il Lametia DOP è un tipico olio monovarietale e viene prodotto in quantità abbastanza limitate: si parla di una cinquantina di tonnellate all’anno. Viene consumato e commercializzato dai consorzi soprattutto in Calabria.

LA CULTURA. La città di Lamezia nasce nel 1968 dalla fusione di Sambiase, Nicastro e Sant'Eufemia di Lamezia. A Sambiase si trovano le Terme Caronte, già conosciute in epoca romana col nome "Aquae Angae", con acque termominerali sulfuree a 39,5 gradi centigradi. Il secondo nucleo è Nicastro, un tempo "Neocastrum", importante all'epoca dei Normanni e in età Sveva e nota soprattutto per i resti del suo castello. A Sant'Eufemia fa bella mostra di se il Bastione di Malta, imponente torre di difesa costruita intorno alla metà del XVI secolo, con l’altra attrazione dell’Abbazia Benedettina, patrimonio culturale piochè qui che la storia fa risalire l'antica città di Tesina fondata nel 500 A.c. circa. Oggi è possibile ripercorre la storia di Nicastro, Sambiase e Sant'Eufemia grazie al Museo Diocesano. il Museo Archeologico Lamentino, la Casa del libro Antico e il Luogo della Memoria.

LA CUCINA. Si abbina soprattutto a preparazioni a base di pesce o di verdure come insalate, anche se le sue caratteristiche di estremo equilibrio lo rendono adatto a molteplici usi, ideale per molti piatti della gastronomia italiana, soprattutto quelli più importanti. Da provare sul carpaccio e sul pesce crudo.

ALTRE DOP IN CALABRIA:
ALTO CROTONESE
BRUZIO

Leggi anche:
Dalle Colline Teramane l'olio dei Pretuzi
Saperne di più su LE VIE DELL'OLIO
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100