Cerca nel sito
Paolo Antonio Paschetto a Roma mostre

Villa Torlonia con Paschetto

Al Casino dei Principi di Roma un’esposizione ripercorre tutta la produzione di un artista non ancora noto al grande pubblico 

Paolo Antonio Paschetto
Zetema
Paolo Antonio Paschetto - Dettaglioingrandito di FAS Fabbrica AutomobiliStandard, 1906
In occasione del cinquantenario della morte di Paolo Antonio Paschetto artista non ancora noto al grande pubblico ma che nel 1946 ideò l’Emblema identificativo ufficiale della Repubblica Italiana, il Casino dei Principi di Villa Torlonia a Roma, presenta la mostra Paolo Antonio Paschetto Artista Grafico e Decoratore fra Liberty E Déco che rimarrà aperta al pubblico fino al 28 settembre. La mostra permette di cogliere appieno la versatilità di un artista che ha vissuto a Roma gran parte della sua vita lasciando testimonianze importanti in molti luoghi. Paschetto fu infatti artista poliedrico che si è cimentato con la grande decorazione murale, con la grafica, le arti applicate, la pubblicità, la filatelia, la decorazione d’interni e la sua produzione si configura tra le più interessanti dell’epoca, in continuo rapporto con la cultura europea e con quanto di nuovo si produceva.

Perché andare
Curata da Alberta Campitelli e Daniela Fonti, l’esposizione dispiega la sua vasta attività di artista e decoratore grazie alla disponibilità di un ricchissimo materiale inedito, in gran parte conservato presso gli Eredi Paschetto di Torre Pellice (TO). Tra le oltre 200 opere figurano anche pezzi provenienti dagli Archivi delle Arti Applicate e dal Museo Storico della Comunicazione (Roma) e da collezioni private. La mostra si avvale di un comitato scientifico composto dalle curatrici e da Irene de Guttry, Maria Paola Maino e Francesco Tetro che intende presentare al pubblico la figura poco nota di un importante artista formatosi nell’ambiente romano del primo ‘900 e che nella Città svolse una intensa ed apprezzata carriera.

Da non perdere
La mostra ripropone l’attività di Paschetto attraverso diverse sezioni che spaziano dai grandi cicli pittorici laici e religiosi ai modelli decorativi per gli interni di squisito gusto art nouveau, dalla progettazione di oggetti d’arredo.  Il percorso espositivo invita alla scoperta dei luoghi della città legati al lavoro di Paschetto, a partire dalla vicina Casina delle Civette, dove sono conservate vetrate, cartoni e bozzetti dove l’artista ha espresso al meglio il suo essere artista e uomo di fede. Nella Casina sono, infatti, opera di Paschetto le vetrate del “Balcone delle rose” con tralci fioriti, nastri e farfalle multicolori. Qui si può comprendere la genesi dell’opera, dal bozzetto al cartone fino alle vetrate. Accanto a quelle ideate appositamente per l’edificio ve ne sono altre provenienti dall’abitazione privata in via Pimentel e numerosi bozzetti dal raffinato e minuzioso disegno, tra i quali quelli predisposti per le vetrate dei templi di via del Teatro Valle, di piazza Cavour e di via XX Settembre, tutte eseguite con la consueta abilità da Cesare Picchiarini, con simboli religiosi inseriti in elaborati ed eleganti partiti decorativi.

Paolo Antonio Paschetto. Artista grafico e decoratore fra liberty e déco
Fino al 28 settembre 2014
Luogo: Musei di Villa Torlonia – Casino dei Principi, Roma
Info: 06 0608
Sito: www.museivillatorlonia.it


Altre mostre a Roma
IRENE PETRAFESA AL VITTORIANO
Saperne di più su LA MOSTRA DEL GIORNO
Correlati per regione Lazio
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati