Cerca nel sito
Jeff Koons, mostra, Firenze

Prorogata la mostra "Jeff Koons in Florence"

Firenze – Ancora per qualche giorno a Palazzo Vecchio si potranno ammirare le opere dell'artista americano nel fortunato progetto espositivo Jeff Koons in Florence

Gazing Ball
CIVITA
Jeff Koons - Gazing Ball (BarberiniFaun), 2013 
È stata prorogata fino al 21 gennaio 2016 la mostra  “Jeff Koons in Florence” che inaugurata lo scorso 25 settembre ha suscitato subito grande interesse sulla stampa nazionale e internazionale. In realtà Jeff Koons In Florence era una delle mostre più attese dell’anno poichè ruota su un vero e proprio confronto tra la provocante bellezza delle opere del geniale artista americano e i capolavori senza tempo di Donatello (1386-1466) e Michelangelo (1475-1564).
 
Perchè andare
Curata da Sergio Risaliti la mostra elegge a luoghi del Dialogo la Sala dei Gigli in Palazzo Vecchio e Piazza della Signoria. Per la prima volta, dopo circa cinquecento anni dalla messa in posa dell’Ercole e Caco di Baccio Bandinelli (1493-1560) e a poca distanza dalla copia in marmo del David di Michelangelo, una scultura originale di grandi dimensioni di Koons è stata collocata sull’arengario di Palazzo Vecchio. Si tratta di Pluto and Proserpina (1955), un'opera monumentale alta più di tre metri, ispirata a una celebre opera di Gian Lorenzo Bernini, il “Ratto di Proserpina” commissionata all’artista dal Cardinale Scipione Caffarelli Borghese ed eseguita tra il 1621 e il 1622, quando Bernini aveva di poco superato i vent’anni. L'esposizione Jeff Koons In Florence si presenta come un gioioso e raffinato gioco di citazioni e di rinvii, di contrasti e di confronti tra antico e contemporaneo, dove la superficie scintillante nasconde il senso oscuro e magico della creazione in funzione anche apotropaica.
 
Da non perdere
Di particolare interesse è Gazing Ball (Barberini Faun) esposta a Palazzo Vecchio, opera realizzata nel 2013 appartenente all'omonima serie. Si tratta di calchi in gesso di celebri sculture del periodo greco-romano cui l’artista ha aggiunto, in posizione di precario equilibrio, una sfera di colore azzurro brillante e dalla superficie specchiante. Un raffinato e attraente gesto concettuale per ribaltare e deviare lo sguardo dello spettatore dall’ammirazione dell’opera classica, quale immagine memorabile di pura perfezione, alla totalità dello spazio ambientale, in cui si riconoscono anche gli osservatori e i vari elementi che caratterizzano il contesto espositivo. Un lavoro che insiste sulla seduzione del calco in gesso, così puro, leggero, impalpabile, e la magia disorientante della sfera azzurra con la sua superficie riflettente come uno specchio.
 
JEFF KOONS IN FLORENCE
Fino al  21 gennaio 2016
Luogo: Piazza della Signoria e Palazzo Vecchio, Firenze
Info: 055 2768224
Sito: http://www.musefirenze.it/jeff-koons-in-florence/
 
 
Saperne di più su LA MOSTRA DEL GIORNO
Correlati per regione Toscana
  • Sovana e il suo tesoro
    ©iStockphoto

    Sovana e il suo tesoro

    Il borgo in provincia di Grosseto tra storia e leggenda, cosa sapere sul paese natale di Papa Gregorio VII
  • La Toscana che profuma di olio
    istockphoto.com

    La Toscana che profuma di olio

    L'olio Toscano IGP è un'eccellenza che vanta una tradizione secolare ed un gusto inconfondibile
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati