Cerca nel sito
Vivian Maier, mostra, Monza

Prorogata la mostra di Vivian Maier a Monza

L’esposizione, che presenta oltre 100 immagini dell’artista newyorkese, rimarrà aperta all'Arengario fino al 29 gennaio

Vivian Maier
© Vivian Maier/Maloof Collection, Courtesy Howard Greenberg Gallery, New York
Vivian Maier, 1978
In virtù del grande successo di pubblico e dell’ottimo riscontro di critica, la mostra “Vivian Maier. Nelle sue mani”, ospitata dall’Arengario di Monza, è stata prorogata fino al 29 gennaio. L'esposizione è dedicata agli scatti di una singolare e affascinante figura di artista, recentemente ritrovata e definita una delle massime esponenti della cosiddetta street photography. Curata da Anne Morin, la mostra nasce dal desiderio di rendere omaggio a questa straordinaria artista che mentre era in vita ha realizzato un numero impressionante di fotografie senza farle mai vedere a nessuno, come se volesse conservarle gelosamente per se stessa.
 
Perché andare
Il percorso espositivo è concepito come un racconto per immagini composto da oltre cento fotografie in bianco e nero e a colori oltre che da pellicole super 8 mm per descrivere la personalità di Vivian Maier più da vicino, lasciando che siano le opere stesse a sottolineare gli aspetti più intimi e personali della sua produzione. Con uno spirito curioso e una particolare attenzione ai dettagli, Vivian ritrae le strade di New York e Chicago, i suoi abitanti, i bambini, gli animali, gli oggetti abbandonati, i graffiti, i giornali e tutto ciò che le scorre davanti agli occhi. Il suo lavoro mostra il bisogno di salvare la “realtà” delle cose trovate nei bidoni della spazzatura o buttate sul marciapiede. Pur lavorando nei quartieri borghesi, dai suoi scatti emerge un certo fascino verso ciò che è lasciato da parte, essere umano o no, e un’affinità emotiva nei confronti di chi lotta per rimanere a galla.
 
Da non perdere
Nella mostra non mancano i celebri autoritratti in cui il suo sguardo severo riflette negli specchi, nelle vetrine e la sua lunga ombra invade l’obiettivo quasi come se volesse finalmente presentarsi al pubblico che non ha mai voluto o potuto incontrare. L’esposizione offre, insomma, la possibilità di scoprire una straordinaria fotografa che con le sue immagini profonde e mai banali racconta uno spaccato originale sulla vita americana della seconda metà del Ventesimo Secolo.
 
Vivian Maier. Nelle sue mani
Fino al 29 gennaio 2017
Luogo: Arengario di Monza
Info: 039 329541
Sito: www.arengariomonzafoto.com
 
 
Saperne di più su LA MOSTRA DEL GIORNO
Correlati per regione Lombardia
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati