Cerca nel sito
Miquel Barcelo', mostra, Faenza

Prima antologica per Miquel Barceló a Faenza

AL MIC una mostra sugli ultimi 30 anni di produzione dell’artista spagnolo

Miquel Barceló
© André Morin, courtesy Archivio Barceló
Miquel Barceló - Grand Mur De Têtes, 2016
Inaugura oggi al MIC di Faenza la prima vera antologica in Italia dedicata alla produzione in ceramica dell'artista spagnolo Miquel Barceló, uno dei massimi protagonisti della scena contemporanea internazionale. È la mostra Miquel Barceló. “Il tempo è un fiume che mi trascina, ma io sono il fiume” J.L. Borges, “La nuova Confutazione del tempo” (1946). Artista poliedrico capace di coniugare diversi linguaggi artistici, Barceló è soprattutto noto al grande pubblico per la sua ricerca pittorica gestuale e la vicinanza al gruppo della Transavanguardia italiana e i Neo Espressionisti tedeschi. Alla metà degli anni ’90, durante i suoi numerosi soggiorni in Mali, inizia il suo avvicinamento alla ceramica realizzando le prime terrecotte con l’antica tecnica dogon. Dal 1996 riprende la produzione ceramica nella sua isola natale, Mallorca, dove ancora oggi realizza i propri lavori.
 
PERCHE' ANDARE
 
Curato da Irene Biolchini e Cécile Pocheau Lesteven il percorso espositivo vede nascere un progetto speciale realizzato dall’artista appositamente per il MIC di Faenza in dialogo con le opere della storia della ceramica esposte nel più grande museo al mondo dedicato a questo linguaggio. L'artista ha infatti creato un’installazione all’interno della sezione dedicata alle ceramiche faentine in cui posiziona le sue ceramiche, dai primi lavori in argilla della fine degli anni Novanta ai giorni nostri. Inoltre, in tributo alla storia del MIC, selezionerà per affinità alcuni pezzi chiave della collezione in maniera mimetica, in un racconto autobiografico in cui l’elemento privato si mischia alla storia. La mostra proseguirà negli spazi destinati alle mostre temporanee del museo.
 
DA NON PERDERE
 
Ricordiamo che il legame con l’Italia è una costante nella ricerca di Barceló dai primi viaggi a fine anni Settanta al soggiorno in Campania su invito di Lucio Amelio per l’organizzazione della grande mostra Terraemotus. In Italia, e più in particolare a Vietri, l’artista è tornato all’inizio del 2000 quando con Vincenzo Santoriello ha realizzato il monumentale rivestimento per la Cattedrale di Palma di Mallorca: una cappella totalmente ricoperta di ceramica, uno degli interventi artistici più grandi al mondo in questo materiale.
 
Miquel Barceló
Dal primo giugno al 6 ottobre 2019
Luogo: MIC – Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza
Info: 0546 697311
Sito: www.micfaenza.org
 
 
I PIU' BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su LA MOSTRA DEL GIORNO
Correlati per regione Emilia Romagna
  • Modena, dove compare il Parmigiano Reggiano BIO
    ©Hombre.it

    Modena, dove compare il Parmigiano Reggiano BIO

    Si chiama Hombre l'azienda agricola celebre per la produzione del parmigiano di qualità: ma perché è legata alle figurine e alla Maserati? Scopriamolo insieme
  • Cento, la città del Guercino
    © CLP

    Cento, la città del Guercino

    Alla Pinacoteca San Lorenzo e in tutto il tessuto urbano di Cento si conservano le intense atmosfere dell'opera giovanile di Giovanni Francesco Barbieri
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati