Cerca nel sito
Marinella Pirelli, antologica, Milano

Prima antologica per Marinella Pirelli a Milano

Al Museo del Novecento una mostra monografica dedicata all'artista nata a Verona

Marinella Pirelli
© Sergio Tenderini Fotografia
Marinella Pirelli - Film Ambiente, 1969-2004, ferro, acciaio, perspex, immagini in movimento, suono
Apre oggi al Museo del Novecento la prima mostra antologica dedicata a Marinella Pirelli, figura attiva e originale nel panorama artistico del Novecento, ma ancora poco conosciuta al grande pubblico. Attiva nella scena artistica italiana a partire dal Secondo Dopoguerra, Marinella Pirelli si distingue per un lavoro di indagine costante, che ha portato a risultati pionieristici nel campo del cinema sperimentale. Nonostante si dedichi alla pittura per tutta la vita e con esiti spesso felici, è nelle immagini in movimento che si concentra la portata innovativa del lavoro dell’artista. Infatti attorno agli anni '70 la pellicola diventa il suo medium artistico. La mostra curata da Lucia Aspesi e Iolanda Ratti mette proprio in scena le opere che vedono l'artista impegnata nell’ambito del film sperimentale e nella progettazione di spazi di luce
 
PERCHE' ANDARE
 
L'iniziativa ricostruisce il percorso di Marinella Pirelli attraverso una lettura tematica e cronologica, che rende conto dei nuclei fondamentali del suo lavoro legato alle immagini in movimento. Il percorso espositivo si apre con la pellicola “Appropriazione, a propria azione, azione propria” (Sole in mano, 1973) e prosegue con i delicati e divertenti film di animazione Gioco di Dama, 1961-63 e Pinca e Palonca del 1963-64, presentati insieme a materiali d’archivio. La sezione Luce/movimento, approfondisce la ricerca intorno al tentativo di definizione degli oggetti in termini luminosi prima di proseguire con film e opere grafiche che approfondiscono le ricerche della Pirelli sui temi della luce, della natura e del colore. Centro del percorso espositivo è comunque il “Film Ambiente”, una struttura cinematografica percorribile, realizzata e brevettata nel 1969, che sottolinea l’innovativo apporto dell’artista nell’ambito del Cinema Espanso.
 
DA NON PERDERE
 
Una sezione della mostra è dedicata al lavoro dell’artista intorno al tema del corpo femminile, che scaturisce dall’incontro metà degli anni Sessanta con la critica d’arte e teorica femminista Carla Lonzi. Nel film Narciso, realizzato tra il 1966 e il 1967 l'artista riprende dettagli del proprio corpo in una sorta di discorso intimo, che riflette sulla sua identità di donna, madre e artista. 

Luce Movimento. Il cinema sperimentale di Marinella Pirelli
Dal 22 marzo al 25 agosto 2019
Luogo: Museo del Novecento
Info: 02 884 440 61 
Sito: museodelnovecento.org
 
 
Saperne di più su LA MOSTRA DEL GIORNO
Correlati per regione Lombardia
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100