Cerca nel sito
Mare Motus, mostra, Bari

Polignano a Mare tra antico e contemporaneo

Alla Fondazione Pino Pascali l’arte contemporanea e l’arte antica dialogano insieme

Studio Azzurro
Ufficio Stampa Fondazione Pino Pascali  
Studio Azzurro - Il nuotatore (va troppo spesso ad Heidelberg), 1984
S'intitola “Mare Motus. Dalla Puglia al mondo tra antico e contemporaneo” la mostra che la Fondazione Pino Pascali e Pugliapromozione presentano a Polignano a Mare fino al prossimo 3 novembre.  Il mare è l'elemento essenziale nella vita dell’uomo, ha affascinato intere generazioni di artisti diventando protagonista della scena artistica dai graffiti rupestri all’arte moderna e contemporanea. Dei quattro elementi quello liquido è sicuramente uno dei più fecondi dal punto di vista dell’ispirazione artistica, sia per le sue caratteristiche di trasparenza e fluidità, sia per il forte significato simbolico che da sempre gli è stato attribuito.  Il mare è sinonimo di potenza, di forza, di libertà, di nostalgia; è in grado di stupire, di commuovere, di impaurire. Per questa molteplicità di forme e sensazioni, il mare è fonte di inesauribili interpretazioni e rappresentazioni.
 
PERCHE' ANDARE
 
Il percorso espositivo propone un dialogo tra l’arte contemporanea e l’arte antica per mescolare i linguaggi attuali con la storia e fare in modo che il passato dia forza al presente. In mostra un’opera storica e celebre dello Studio Azzurro dal titolo “Il nuotatore (va troppo spesso ad Heidelberg)”, realizzata dal collettivo nel 1984 e composta da ventiquattro monitor, tredici programmi video e in fase di ripresa dodici videocamere fissate sul bordo di una piscina, a pelo d’acqua. La rappresentazione del nuotatore e delle sue bracciate, sui 24 monitor si alternano anche piccoli micro-eventi imprevisti, come una donna nuda o una palla, sulle note avvolgenti della suite di Peter Gordon. 
 
DA NON PERDERE
 
Le immagini fluide, scorrono da uno schermo all’altro, avvolte da un alone di luce azzurrina fredda ed ammaliante, a tratti estraniante. A sinistra, un altro schermo inquadra un orologio che segna il tempo a grandi intervalli. Posizionati frontalmente agli schermi di Studio Azzurro sono in mostra alcuni preziosi reperti archeologici provenienti dal Museo Ribezzo di Brindisi e dal Museo Castromediano di Lecce. I vasi, le anfore e i manufatti domestici raccontano la storia del nostro lontano passato attraverso immagini vivide di mitologie senza tempo. Anfore rinvenute nei nostri mari, vasellame con rappresentazioni suggestive ed evocative, testimoni muti di un dialogo che scavalca i secoli.
 
Mare Motus – dalla Puglia al Mondo tra antico e contemporaneo
Fino al 3 novembre 2018
Luogo: Fondazione Pino Pascali,  Polignano a Mare (BA)
Info: 080 4249534 
Sito: www.museopinopascali.it
 
 
Saperne di più su LA MOSTRA DEL GIORNO
Correlati per regione Puglia
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati