Cerca nel sito
Steve McCurry, mostra, Sansepolcro

Mostre ad Arezzo: Icons sbarca a Sansepolcro

Al Museo Civico sbarca la mostra di McCurry con il meglio della sua produzione 

Rangoon
©Steve McCurry
Steve McCurry - Rangoon, Birmania, 1994
Sbarca a Sansepolcro Icons la fortunata mostra di Steve McCurry che rimarrà visitabile negli spazi del Museo Civico fino al 5 novembre. Dall'India alla Birmania, dal Giappone all'Africa, fino al Brasile le foto  di Steve McCurry fanno entrare lo spettatore in contatto con le etnie più lontane e con le condizioni sociali più disparate, mettendo in evidenza una condizione umana fatta di sentimenti universali e di sguardi la cui fierezza afferma la medesima dignità. Con le sue foto l'artista ci consente, infatti, di attraversare le frontiere e di conoscere da vicino un mondo che è destinato a grandi cambiamenti. 
 
PERCHE' ANDARE
 
Il percorso espositivo curato da Biba Giacchetti, raccoglie in circa 100 scatti l'insieme e forse il meglio della sua vasta produzione, per proporre ai visitatori un viaggio simbolico nel complesso universo di esperienze e di emozioni che caratterizza le sue immagini. A partire da alcuni scatti, gli unici in bianco e nero, realizzati tra il 1979 e il 1980 nel suo primo reportage in Afghanistan, dove era entrato insieme ai mujaheddin che combattevano contro l'invasione sovietica. Dall' Afghanistan veniva anche Sharbat Gula, la ragazza che McCurry ha fotografato nel 1984 nel campo profughi di Peshawar in Pakistan e che è diventata una icona assoluta della fotografia mondiale.
 
DA NON PERDERE
 
Fra gli scatti in mostra segnaliamo la straordinaria serie di ritratti con cui si apre il percorso che prosegue poi con le immagini di guerra, ma anche di poesia, di sofferenza di gioia, di stupore e ironia. In una audioguida disponibile gratuitamente per tutti i visitatori, Steve McCurry racconta in prima persona molte delle foto esposte. Inoltre, un primo video proiettato in mostra accompagna le foto del primo reportage in Afghanistan; in un secondo video, McCurry racconta la sua lunga carriera e soprattutto il suo modo di intendere la fotografia. Un ultimo filmato, prodotto da National Geographic  è dedicato alla lunga ricerca che ha portato Steve McCurry a ritrovare  la "ragazza afghana", 17 anni dopo il famoso scatto. A tale proposito è recente, del novembre 2016, la notizia che, dopo essere stata arrestata dalla polizia pakistana, Sharbat Gula è finalmente tornata nel suo paese.
 
Steve McCurry. ICONS
Fino al 5 novembre 2017
Luogo: Museo Civico, Sansepolcro (Arezzo)
Info: 199 15 11 21
Sito: stevemccurryicons.it
 
 
I PIU' BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su LA MOSTRA DEL GIORNO
Correlati per regione Toscana
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati