Cerca nel sito
Magnum, mostra, Milano

Milano celebra la Magnum

Al Museo Diocesano venti fotografi della celebre agenzia raccontano il nostro paese

Napoli
© Patrick Zachmann / Magnum Photos
Patrick Zachmann -  Napoli, 1982  
Il Museo Diocesano Carlo Maria Martini presenta la mostra “L’Italia di Magnum. Da Henri Cartier-Bresson a Paolo Pellegrin”. Si tratta di una straordinaria carrellata di 150 immagini che raccontano la cronaca, la storia e il costume del nostro paese negli ultimi 70 anni. Visitabile fino al 22 luglio la mostra curata da Walter Guadagnini mette in scena gli scatti di venti tra i più importanti maestri della fotografia del XX secolo che raccontano eventi grandi e piccoli, personaggi e luoghi dell’Italia dal dopoguerra a oggi, in un affascinante intreccio di fotografie celeberrime e di altre meno note, di luoghi conosciuti in tutto il mondo e di semplici cittadini, che compongono il tessuto sociale e visivo del nostro paese.
 
PERCHE' ANDARE
 
Dopo un omaggio ad Henri Cartier-Bresson e al suo viaggio in Italia negli anni Trenta, la mostra prende avvio con la serie di Robert Capa, dedicata alla fine della Seconda Guerra Mondiale, e quella di David Seymour che nel 1947 riprende invece i turisti che tornano a visitare la Cappella Sistina. L’esposizione prosegue con le immagini di Elliott Erwitt, René Burri, Herbert List e Bruno Barbey che documenta i funerali di Togliatti, prima di passare agli scatti di Erich Lessing che riportano direttamente ai tempi del “boom” economico. In mostra anche Leonard Freed che riprende frammenti dello storico referendum sul divorzio, mentre gli anni Novanta e Duemila sono raccontati da fotografi come Alex Majoli con le sue immagini delle discoteche romagnole di allora e di oggi, Thomas Dworzak con il suo reportage sul drammatico G8 di Genova e Paolo Pellegrin con le immagini della folla assiepata in Piazza San Pietro nella veglia per la morte di Papa Giovanni Paolo II.
 
DA NON PERDERE
 
Di particolare interesse in mostra le foto sull'Italia scattate da Scianna attorno agli anni '80, immagini illuminanti sul rapporto tra potere e immagine, come quelle che ritraggono un Berlusconi in versione imprenditore di successo, appena prima della discesa in politica. Sempre gli anni Ottanta sono quelli della definitiva affermazione del turismo di massa nel nostro paese, così le grandi fotografie di Martin Parr colgono genialmente il contrasto tra la bellezza dei luoghi e il cattivo gusto dei nuovi visitatori, con effetti di mirabile comicità. Patrick Zachmann invece racconta la Napoli della camorra, prima di “Gomorra” ma con la stessa intensità: un documento crudo, la faccia nascosta dell’Italia da bere del decennio. Ricordiamo infine che un programma di incontri serali approfondirà i temi della mostra L’Italia di Magnum e consentirà al pubblico di incontrare i protagonisti della fotografia nazionale e internazionale.
 
L’ITALIA DI MAGNUM. Da Cartier-Bresson a Paolo Pellegrin
Fino al 22 luglio 2018
Luogo:  Museo Diocesano Carlo Maria Martini, Milano
Info: 02.89420019; 02 89402671 - info.biglietteria@museodiocesano.it
 
 
I PIU' BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su LA MOSTRA DEL GIORNO
Correlati per regione Lombardia
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati