Cerca nel sito
La Via della Seta, mostra, Torino

Mao Torino: in mostra la Via della Seta

Al Museo di Arte Orientale si viaggia lungo le rotte carovaniere marittime e spirituali 

Buddha stante
Fondazione Torino Musei
Buddha stante - India, Uttar Pradesh, area di Mathura, periodo Gupta (IV-VI secolo) 
Al Museo d’Arte Orientale di Torino si racconta la Via della Seta grazie a “Dall’antica alla nuova Via della Seta” che fino al prossimo 2 luglio illustrerà la storia millenaria dei rapporti tra la Cina e l’Occidente. Per almeno due millenni l’Antica Via della Seta ha unito Oriente e Occidente, incoraggiando i contatti all’interno di uno spazio immenso, e ha permesso alle diverse culture di crescere, attingendo reciprocamente alle conquiste scientifiche e culturali degli uni e degli altri attraverso l’intermediazione e il dialogo. Mercanti, ambasciatori, monaci, esploratori, avventurieri e missionari di varie fedi, provenienti dai luoghi più disparati, si incontravano lungo le strade confrontando senza sosta usanze, pratiche e fedi religiose.
 
PERCHE' ANDARE
 
Curata da Louis Godart, David Gosset e Maurizio Scarpari, la mostra mette in scena 70 antiche e preziose opere che rappresentano la storia millenaria dei rapporti tra la Cina e l’Occidente. Grazie alle preziose opere custodite al MAO, ai prestiti concessi dalle più importanti istituzioni museali, bibliotecarie e archivistiche sia europee che italiane e a una ventina di opere moderne provenienti dalla Cina e realizzate da artisti cinesi contemporanei, l’esposizione testimonia la varietà e la ricchezza degli scambi tra Oriente e Occidente, l’abilità dei maestri artigiani, la velocità di circolazione delle informazioni.
 
DA NON PERDERE
 
Fra gli importanti oggetti presenti in mostra segnaliamo “Il Cammelliere su cammello battriano” (VI-VII secolo), animale simbolo delle vie carovaniere, lo “Straniero dal volto velato” (VII-VIII secolo), piccolo capolavoro dell’arte funeraria cinese, la “Mattonella con giocatori di polo” (1256-1335), dipinta a lustro e blu cobalto, una importante e rara manifestazione artistica dell’Iran durante il dominio degli Ilkhanidi di origine mongola, la “Descrizione illustrata del mondo di P. Ferdinand Verbiest” (1674), un lavoro monumentale che rappresenta la sintesi più avanzata delle conoscenze geografiche dell’epoca. 
 
Dall’antica alla nuova Via della Seta
Dal 31 marzo al 2 luglio 2017
Luogo: MAO Museo d’Arte Orientale
Info: 011.4436927
Sito: www.fondazionetorinomusei.it
 
 
I PIU' BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su LA MOSTRA DEL GIORNO
Correlati per regione Piemonte
Seguici su:
Natale
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati