Cerca nel sito
Ottocento in Collezione, mostra, Novara

L'Ottocento italiano in mostra a Novara

Al Castello Visconteo 80 opere tra dipinti e sculture di grandi maestri italiani

Giuseppe De Nittis 
CLP
Giuseppe De Nittis - Sulla neve
Apre oggi al pubblico nelle sale del Castello di Novara la mostra Ottocento in collezione. Dai Macchiaioli a Segantini. L’esposizione, curata da Sergio Rebora ed Elisabetta Staudacher, presenta 80 capolavori di pittura e scultura tutti provenienti da prestigiose raccolte private, di autori quali Giovanni Boldini, Giuseppe De Nittis, Giovanni Fattori, Carlo Fornara, Domenico e Gerolamo Induno, Silvestro Lega, Angelo Morbelli, Giuseppe Pellizza da Volpedo, Giovanni Segantini, Federico Zandomeneghi. La rassegna nasce per testimoniare l’importanza storica del fenomeno del collezionismo nello sviluppo delle arti in Italia, dall’Unità nazionale ai primi anni del Novecento. La storia delle arti figurative in Italia nel secondo Ottocento s’intreccia, infatti, con le vicende dei raccoglitori di opere d'arte e, più in generale, del mecenatismo culturale.
 
PERCHE' ANDARE
 
Il percorso espositivo articolato in otto sezioni si apre con un accenno all’affermazione delle poetiche del vero nel loro passaggio dai temi storico-risorgimentali alla vita quotidiana del nuovo stato sabaudo, con autori quali Gerolamo Induno, Giovanni Fattori, Luigi Nono. L’esposizione prende poi in esame l’assestarsi e il definirsi di un gusto ufficiale che rispecchia quello della monarchia sabauda e che si confronta con i richiami da Oltralpe.Tra le eccellenze del genere si annoverano le esperienze degli artisti operanti a Parigi o in rapporto con la Galleria Goupil, tra cui Antonio Mancini, Giovanni Boldini, Giuseppe De Nittis, Federico Zandomeneghi. Nell'ultimo decennio del secolo si assiste, da un lato, all’affermazione di istanze ideologicamente impegnate verso i temi del lavoro, espressi con attento e consapevole tono di denuncia delle ingiustizie sociali, dall’altro, verso i primi segni di sensibilità nei confronti del simbolismo internazionale, a volte interpretati con enfasi allegorica di impronta decorativa.
 
DA NON PERDERE
 
Fra le opere in mostra segnaliamo “La curiosità” di Silvestro Lega, caposaldo macchiaiolo della raccolta Jucker, il grande paesaggio “Aprile” di Antonio Fontanesi, custodito per lungo tempo nella collezione Rossello, lo splendido “Hyde Park” di Giuseppe De Nittis, realizzato a Londra nel 1876. E poi ancora “Il pastello rosa” di Giovanni Boldini, il capolavoro divisionista “Venduta!” di Angelo Morbelli, “Gli emigranti” di Giuseppe Pellizza da Volpedo e “Petalo di rosa”, toccante dipinto simbolista di Giovanni Segantini.
 
OTTOCENTO IN COLLEZIONE. Dai Macchiaioli a Segantini
Dal 20 ottobre al 24 febbraio 2019
Luogo: Novara, Castello Visconteo Sforzesco
Info: 0321.394059
Sito: www.metsarte.com
 
 
Saperne di più su LA MOSTRA DEL GIORNO
Correlati per regione Piemonte
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100