Cerca nel sito
Artista Bambino, mostra, Lucca

L'artista bambino si svela a Lucca

Alla Fondazione Ragghianti infanzia e pritivismi nell'arte del '900

Alberto Magri 
Studio Lucia Crespi
Alberto Magri - Il bucato, 1913
Approfondisce il legame fra il disegno infantile, l’arte medievale e la produzione figurativa dei primi decenni del Novecento. E' la mostra “L’artista bambino. Infanzia e primitivismi nell’arte italiana del primo Novecento” in programma fino al 2 giugno alla Fondazione Centro Studi sull’Arte Licia e Carlo Ludovico Ragghianti di Lucca. Ricordiamo che già nel 1969 Carlo Ludovico Ragghianti, il noto studioso di storia dell’arte cui è intitolata, insieme alla moglie, la Fondazione Centro Studi, segnalava la necessità di approfondire questo legame. La mostra allestita al Complesso monumentale di San Micheletto intende così colmare l’incompletezza dell'indagine ammessa dallo stesso critico a conclusione della propria serrata rassegna sull'infanzia e i primitivismi nell'arte del '900.
 
PERCHE' ANDARE 
 
Curata da Nadia Marchioni la mostra prende avvio da quel nucleo di artisti toscani come Adriano Cecioni e Vittorio Matteo Corcos che dedicarono le prime attenzioni nei confronti dell’infanzia e delle sue espressioni grafiche. L'esposizione indaga poi gli espliciti arcaismi tratti dallo studio dei maestri del Duecento e del Trecento, che vede fra i precursori Alberto Magri, accompagnato dagli amici “apuani” Lorenzo Viani e Adolfo Balduini. Poco dopo la metà del primo decennio del Novecento l'arte infantile si diffonde. É il caso dei lavori di Ottone Rosai, Tullio Garbari, Gigiotti Zanini, Alberto Salietti e Piero Bernardini ma anche di quelli firmati Carlo Carrà, Giorgio de Chirico, Mario Sironi e Ardengo Soffici. Tra gli anni Venti e Trenta del Novecento si passa poi a un miniaturismo di tipo infantile come nei lavori di Riccardo Francalancia, Fillide Levasti e Renato Birolli. La parte finale della mostra è invece caratterizzata da esempi di ritratti e paesaggi dalle atmosfere incantate, come quelle del milanese Cesare Breveglieri, che rappresenta una delle più feconde resistenze del primitivismo infantile nell’arte.
 
DA NON PERDERE
 
Il percorso espositivo costituisce dunque un piacevole viaggio nell'arte che partendo dalla fine dell’Ottocento, percorre i primi decenni del XX secolo, mostrando opere di artisti affascinati dall’universo infantile, di cui prendono in varie forme e stili l’essenza: la semplicità, la poesia, la soavità dei colori e dei soggetti rappresentati.
 
L’artista bambino. Infanzia e primitivismi nell’arte italiana del primo Novecento
Fino al 2 giugno 2019
Luogo: Lucca, Complesso monumentale di San Micheletto
Info: 0583/467205 
Sito: www.fondazioneragghianti.it
 
 
Saperne di più su LA MOSTRA DEL GIORNO
Correlati per regione Toscana
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100