Cerca nel sito
Pomodoro, mostra, teatro, Bologna

"La Passione di Cleopatra" ritorna a Bologna

Al Museo della Musica esposti i materiali progettuali realizzati da Arnaldo Pomodoro per la messinscena dell'opera rappresentata nel 1989 a Gibellina

Arnaldo Pomodoro 
CLP
Arnaldo Pomodoro - Studi per i costumi, le maschere, gli ornamenti
In occasione dei 90 anni di Arnaldo Pomodoro fino al 18 settembre una mostra porta all'interno delle sale espositive del Museo della Musica di Bologna i materiali progettuali realizzati dall'artista per la messinscena de “La passione di Cleopatra” del poeta egiziano Ahmad Shawqi. Si tratta de “La passione di Cleopatra. Visioni e maschere di Arnaldo Pomodoro” che racconta una tappa fondamentale di quel viaggio straordinario che Arnaldo Pomodoro ha svolto nell’arco di un cinquantennio nella progettazione scenica di oltre quaranta spettacoli, dalla tragedia greca al melodramma, dal teatro contemporaneo alla musica. L’esposizione si inserisce all’interno del progetto legato alla mostra “Egitto. Splendore millenario” 
 
Perchè andare
Il percorso espositivo celebra il genio di Pomodoro facendo rivivere l’opera con i sontuosi ornamenti di accompagnamento ideati dal maestro. In mostra è quindi possibile ammirare visionarie maschere in bronzo (per Cleopatra, Marcantonio, Cesarione e altri personaggi della pièce), armature, pettorali, elmi da parata, gioielli monumentali, modellini di scena. Ricordiamo che l'opera, con la regia di Cherif e le musiche di Paolo Terni, venne rappresentata sui ruderi di Gibellina nell'estate del 1989 nell’ambito delle Orestiadi, rassegna internazionale di teatro, musica e arti visive che si tiene ancora oggi nel paese in provincia di Trapani ricostruito dopo il terremoto che sconvolse la valle del Belice nel 1968.
 
Da non perdere
A cornice degli splendidi apparati saranno esposti nelle sale museali volumi a tema e libretti d'opera selezionati dalla collezione libraria del Museo. Ricordiamo che in occasione dell'evento espositivo sarà inoltre aperta al pubblico la famosa “sala egizia” decorata da Gaetano Lodi, straordinario scrigno nascosto di Palazzo Sanguinetti. Il pittore bolognese studiò il vasto repertorio iconografico dell'arte egizia dei secoli XIV e XIII a.C. nel corso di diversi soggiorni al Cairo, dove - tra il 1873 e il 1877 - realizzò le pitture di una sala da pranzo all'interno dell'harem a Ghisec, altri decori nel palazzo Khedivale e i disegni per un servizio da tavola Richard Ginori destinato al vicerè.
 
La passione di Cleopatra. Visioni e maschere di Arnaldo Pomodoro
Fino al 18 settembre 2016
Luogo: Museo internazionale e biblioteca della musica,  Bologna
Info: 051 2757711
Sito: www.museibologna.it/musica 
 
 
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE


Saperne di più su LA MOSTRA DEL GIORNO
Correlati per regione Emilia Romagna
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati