Cerca nel sito
Carlo Bilotti, collezione, Roma

La Collezione Bilotti all'Aranciera di Villa Borghese

Da de Chirico a Warhol la collezione conserva opere di grandi artisti contemporanei

Frank Holliday 
Ufficio Stampa Maria Bonmassar
Dalla mostra temporanea Frank Holliday in Rome - Magical Thinking, 2016
Dopo un accurato restauro nel 2006 ha riaperto al pubblico l'edificio dell'Aranciera di Villa Borghese che accoglie le opere di arte contemporanea donate dal generoso collezionista Carlo Bilotti alla città di Roma. Si tratta di opere raccolte in anni di frequentazione e amicizia con gli artisti più significativi della nostra epoca. Il progetto del Museo, frutto della collaborazione tra il Comune di Roma e il collezionista Carlo Bilotti nasce per mostrare in permanenza le opere donate, in sale allestite appositamente, e offrire a rotazione esposizioni degli artisti più significativi del nostro tempo, con la collaborazione di istituzioni pubbliche e private.
 
PERCHE' ANDARE
 
La collezione Carlo Bilotti è caratterizzata da un consistente nucleo di opere del pictor optimus Giorgio de Chirico come la monumentale scultura in bronzo di “Ettore e Andromaca” fatta realizzare appositamente dalla Fondazione Giorgio e Isa de Chirico in due copie, su commissione di Carlo Bilotti. E poi ancora il celebre “Orfeo solitario” del 1973 in cui il dio musicista è rappresentato con la lira in mano su di un palcoscenico, “l'Autoritratto con testa di Minerva” altro capolavoro in cui de Chirico riscopre la tecnica della pittura barocca e Cavalli in riva al mare, un olio su tela dall'atmosfera visionaria. Nel percorso espositivo trova spazio anche Gino Severini con “L’estate” in cui la bella stagione è rappresentata da una maestosa donna i cui contorni si perdono nella struttura geometrica e quasi astratta della composizione. Giacomo Manzù è invece presente nella raccolta con la scultura “Grande Cardinale”. Si tratta di un bronzo dalla schematica struttura piramidale in cui il cardinale è rappresentato col volto serio e impenetrabile, avvolto nella massa semplice e potente della stola. 
 
DA NON PERDERE
 
Di particolare interesse nel percorso espositivo della collezione permanente l'opera “Mother and Daughter: Tina e Lisa Bilotti” di Andy Warhol. Si tratta di un raro ritratto doppio dell'artista americano che vede protagoniste la moglie e figlia di Carlo Bilotti. La posa obliqua delle figure dall’elegante collo allungato e i toni caldi, accentuati in corrispondenza delle labbra, esaltano i due volti restituendogli una dimensione classica, ma al tempo stesso intima, in cui la figura materna predomina e protegge quella della ragazza. 
 
Museo Carlo Bilotti, Aranciera di Villa Borghese
Roma, Viale Fiorello La Guardia, 6 
Info: 060608
Sito: www.museocarlobilotti.it
 
 
Saperne di più su LA MOSTRA DEL GIORNO
Correlati per regione Lazio
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati