Cerca nel sito
World Press Photo, mostra, Bard

In Valle D'Aosta con il World Press Photo 2018

Al Forte di Bard sbarca la mostra del celebre premio sul fotogiornalismo

Anna Boyiazis
Studio Esseci
Anna Boyiazis - Finding Freedom in the Water
Apre oggi al Forte di Bard la mostra del premio World Press Photo 2018 uno dei più importanti riconoscimenti nell'ambito del fotogiornalismo. Si tratta di un'occasione unica, per vivere attraverso gli occhi dei più grandi fotoreporter di oggi e i loro scatti più sensazionali, la cronaca che si fa storia del nostro tempo. Il percorso espositivo non mette in scena solo immagini sensazionali ma rende disponibile al pubblico un vero e proprio documento storico che permette di rivivere gli eventi cruciali del nostro tempo. Un appuntamento, quello tra il Forte e il prestigioso concorso internazionale di fotogiornalismo, che è tra gli eventi più attesi nella pur ampia programmazione espositiva del Forte valdostano.
 
PERCHE' ANDARE
 
Per questa 61esima edizione del premio, la giuria internazionale indipendente ha selezionato 312 immagini nominate nelle otto categorie, tra cui, quella ambientale che debutta proprio in questa edizione. L’esposizione tocca 45 paesi e un centinaio di diverse località. Vincitore assoluto del World Press Photo 2018 è il reportage “Crisi del Venezuela” del venezuelano Ronaldo Schemidt, fotografo della Agence France-Presse. Il suo scatto raffigura un giovane in fuga, avvolto dalle fiamme, nel giorno della manifestazione contro il presidente Nicolás Maduro, a Caracas nel maggio 2017. Il presidente della giuria, nonché photo editor di Geo France, ha così affermato: “È una foto classica, ma che possiede un’energia fortemente dinamica. I colori, il movimento e la forza della composizione trasmettono un’emozione istantanea”.
 
DA NON PERDERE
 
Ricordiamo che i sei nominati vincitori delle altrettante sezioni concorrenti alla foto dell’anno sono, in ordine alfabetico: “Crisi Rohingya” di Patrick Brown, Australia, campagna per l’Unicef; “Boko Haram ha attaccato le bombe suicide e contro di loro. In qualche modo queste ragazze adolescenti sono sopravvissute. – Aisha, 14 anni” di Adam Ferguson, Australia, per il New York Times; “Testimoniare le conseguenze immediate di un attacco nel cuore di Londra” di Toby Melville, Regno Unito, Reuters; “La battaglia per Mosul – Allineati per una distribuzione di aiuti” di Ivor Prickett, Irlanda, per il New York Times. Fra i fotografi italiani vincitori segnaliamo Alessio Mamo, Luca Locatelli, Fausto Podavini, Giulio di Sturco,  Francesco Pistilli.
 
WORLD PRESS PHOTO 2018
Dal 7 dicembre al 6 Gennaio 2019
Luogo: Bard (Ao), Forte di Bard
Info: 0125 833811
Sito: www.fortedibard.it
 
 
Saperne di più su LA MOSTRA DEL GIORNO
Correlati per regione Valle d'Aosta
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100