Cerca nel sito
Metamoforsi, mostra, Svizzera, Mendrisio

In Svizzera la scultura contemporanea è a Mendrisio

Al Museo d'arte una collettiva getta uno sguardo alla scultura contemporanea

Carlo Borer 
Courtesy Carlo Borer
Carlo Borer - White Heart, 2013
S'intitola Metamorfosi la collettiva che al Museo d'arte di Mendrisio propone un percorso nella scultura contemporanea, creata nel segno di una forma complessa, che recupera la struttura organica e di origine naturale sia attraverso materiali tradizionali come il legno, il bronzo, il marmo, la ceramica, sia tramite composti caratteristici della produzione contemporanea: dal silicone al vetro acrilico, dalla plastica all’alluminio. Si tratta di un itinerario fra naturalia e artificialia contemporanee, attraverso le opere di 24 artisti, appartenenti alle più svariate generazioni, messi in dialogo l’uno con l’altro in modo da dar vita, ciascuno nella sua singolarità, a un insieme unitario in grado di restituire uno spaccato degli orientamenti della scena artistica attuale.
 
PERCHÈ ANDARE
 
Il percorso espositivo realizzato con la collaborazione degli artisti stessi si apre con l’opera di Carlo Borer, un enorme cuore pulsante di materiale tessile lungo otto metri che si anima grazie a un meccanismo del tutto simile all’organo umano e prosegue tra le concrezioni in argilla e lacca di Julia Steiner, per passare alle costellazioni ornate di fiori e materiali plastici di Gerda Steiner & Jörg Lenzlinger, alle viscere tradotte in porcellana da Ai Weiwei, ai cristalli in vetro acrilico di Alan Bogana. In mostra è possibile ammirare anche i coralli in cemento di Christian Gonzenbach, le forme in vetro multicromatico di John Armleder, gli elementi vegetali di Christiane Löhr, le creature in legno e terracotta d’ispirazione biologica di Lorenzo Cambin e i percorsi sotterranei di Meret Oppenheim.
 
DA NON PERDERE
 
Fra le opere in mostra segnaliamo le creazioni erotico-vegetali di Serge Brignoni, le costellazioni luminose in fili d’acciaio di Penelope Margaret Mackworth- Praed e i cuori di zucca in silicone di Lupo Borgonovo. Presenti in mostra anche le strutture molecolari in gesso di Selina Baumann, le ramificazioni in acciaio cromato di Loris Cecchini. Particolare interesse merita l’aerea, filiforme moltitudine di meduse creata da Benedetta Mori Ubaldini e la composizione materica in ferro e camere d’aria di Matteo Emery.
 
METAMORFOSI
Uno sguardo alla scultura contemporanea
Fino al 25 giugno 2017
Luogo: Museo d’arte Mendrisio
Info: +41. 058.688.33.50
Sito: www.mendrisio.ch
 
 
I PIU' BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su LA MOSTRA DEL GIORNO
Correlati per Paese Svizzera
Seguici su:
Natale
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati