Cerca nel sito
Villa Medici, Barocco, Mostre roma

Il lato oscuro del Barocco romano

Roma - L’Accademia di Francia e il Petit Palais di Parigi presentano "I Bassifondi del Barocco". In mostra le luci ma, soprattutto, le ombre della Roma del Seicento

Giovanni Lanfranco
Studio Martinotti
Giovanni Lanfranco - Giovane nudo sul letto con un gatto, 1620-1622
Nella suggestiva cornice delle Grandes Galeries di Villa Medici, si svolgerà fino al 18 gennaio 2015, la mostra I Bassifondi del barocco. La Roma del vizio e della miseria. Curata da Francesca Cappelletti e Annick Lemoine, la mostra svela il lato oscuro e indecoroso della Roma barocca, quello dei bassifondi, delle taverne, dei luoghi di perdizione. Da Caravaggio a Claude Lorrain, nel percorso espositivo sono raccolte circa cinquanta opere della prima metà del XVII secolo che rivelano il volto nascosto della capitale del papato, fastosa e virtuosa, e degli artisti che lì vissero.

Perché andare
I bassifondi del Barocco mostra per la prima volta la Roma dei vizi, della miseria, degli eccessi di ogni tipo, che sono all’origine di una stupefacente produzione di opere, ricca di paradossi e invenzioni destinati a sovvertire l’ordine stabilito. La città di Roma nel Seicento era, infatti, il centro culturale più vivo e all’avanguardia d’Europa e attirava artisti da tutti i paesi: italiani, francesi, olandesi, fiamminghi, spagnoli che vissero e fecero carriera nella capitale delle arti. A contatto con questa “splendida e misera città” gli artisti , sovvertirono i codici espressivi e i canoni di bellezza, confrontandosi con l’universo dei bassifondi, la vita notturna e i suoi pericoli, il Carnevale e le sue licenze. Spesso gli artisti ritraevano anche loro stessi in questo contesto di perdizione, giocando sull’ambiguità tra realtà e finzione. Le radici del mito dell’artista bohémien sono già presenti in queste opere.

FOTO: I SEGRETI DI ROMA IN 10 TAPPE

Da non perdere
L’esposizione presenta le opere di artisti provenienti da tutta l’Europa, tra cui Claude Lorrain, Valentin de Boulogne, Jan Miel, Sébastien Bourdon, Leonaert Bramer, Bartolomeo Manfredi, Jusepe de Ribera, Pieter van Laer. Il pubblico potrà scoprire i dipinti dei più grandi pittori Caravaggeschi, dei principali paesaggisti italianizzanti e dei Bamboccianti, araldi della rappresentazione della vita comune di Roma e della campagna circostante. Il percorso della mostra conduce dall’ebbrezza bacchica alla malinconia, attraverso un’esplorazione dei bassifondi romani del Seicento punteggiata da vedute di paesaggi di Roma, urbani o pastorali, alterati da dettagli dissonanti, burleschi o scatologici, abitati da mendicanti, prostitute, travestiti, vagabondi o briganti.

Leggi anche: ROMA COME NON L'AVETE MAI VISTA

I Bassifondi del barocco. La Roma del vizio e della miseria
Dal 07 Ottobre 2014 al 18 Gennaio 2015
Luogo: Villa Medici Roma
Info: +39 06 67611
Sito: http://www.villamedici.it/

Altre mostre da vedere a Roma
LA GEOMETRICA INQUIETUDINIE DI ESCHER

HENRI CARTIER-BRESSON, L'OCCHIO DEL XX SECOLO

*****AVVISO AI LETTORI******  
Segui le news di Turismo.it su Twitter e su Facebook 
Saperne di più su LA MOSTRA DEL GIORNO
Correlati per regione Lazio
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100